domenica 27 maggio 2012

Pollo alla cacciatora con funghi


Ricetta facile e veloce, dal gusto invitante, sicuro. Perfetta per mamme lavoratrici che riescono a ritagliare il tempo per "donare" alla famiglia un piatto di sicuro successo!
Questa, come sempre, è una nostra interpretazione della ricetta classica. 
Perché ogni dono va interpretato e adattato alle persone del cuore, anche se si ha poco tempo e si corre, come fa il vento. 
Noi l'abbiamo pensata così: per limitare i grassi "svestiamo" il pollo, gli togliamo la pelle. Poi  arrotondiamo il sapore, aggiungendo un filo di olio crudo alla fine della cottura. Soprattutto per chi ha bambini più piccoli, il divertimento sta tutto nel tagliare le verdure insieme, per invogliarli a mangiarle, nel vedere che formeranno un letto colorato su cui adagiare la nostra pietanza, e nello scoprire che in poco meno di un'ora è diventato un succulento secondo.
Per chi, come me, gode ormai di un "braccio destro" raffinato, c'è la possibilità di assaggiare  e regolare insieme i sapori.
Può essere preparato anche in anticipo e  diventare un piatto unico accompagnato da ottima polenta, spaetzle oppure riso bollito.

Ingredienti per 2 - 3 persone:
  • pollo a pezzi oppure solo coscia e sovracoscia
  • 2 carote
  • 2 - 3 patate
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla piccola bianca o dorata
  • 250 gr di funghi champignon 
  • passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale q.b.
  • olio evo
  • acqua circa 250 - 300 ml oppure brodo vegetale
  • timo 
Procedimento
Pulire, affettare i funghi e tagliare a pezzi regolari le verdure.
Mettere un filo di olio evo in un tegame, a fiamma alta rosolare il pollo a cui è stata tolta la pelle, bagnare con il vino bianco, fare evaporare, aggiungere i funghi e poi le verdure. 

Bagnare con il brodo vegetale caldo, abbassare la fiamma, aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro, regolare di sale, spolverare con il  timo, se fresco utilizzarne un  rametto, coprire e cuocere per circa 40 minuti. Se necessario aggiungere ancora brodo caldo a piccole dosi, se invece risultasse troppo umido scoperchiare per far asciugare un pò.

Terminata la cottura  spegnere il fuoco, mettere un "giro di olio" crudo, far riposare per qualche minuto 
e buon appetito!

9 commenti:

  1. Hai ragione, ogni dono va interpretato e adattato agli affetti..Un classico che oltre ad essere molto goloso ha tutte le qualità per essere amato da tutti!
    Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  2. Grazie Ornella,
    un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  3. Un piatto sano e gustoso, ottimo sempre!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù, cucinato insieme poi è ancora più gustoso!
      Buona settimana.

      Elimina
  4. Qui si va di pollo ed io non me ne aggorgo :D.
    Che meraviglia che fate tu ed il "braccio destro"
    Abbracci doppi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma come scrivo????
      non me ne "accorgo", non aggorgo :D

      Elimina
    2. Grazie Anna, ormai conosci bene il mio "braccio destro"!
      Abbracci doppi a te.

      Elimina
  5. Cucino spesso il pollo e ottima la tua versione....
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca, se i tuoi figli sono come il mio "braccio destro" il pollo non può mancare sulla tavola...
      Buona settimana

      Elimina