sabato 12 maggio 2012

Tiramisù


Questo dolce è un bacio di crema!
La ricetta l'ho avuta da un'amica, nel lontano 1983, una che se ne intende: infatti si chiama Vittoria, proprio come me. Ma i baci non sono sempre gli stessi, a volte sono più intensi, e volte più dolci; altre volte sono semplicemente una... sorpresa. Così nel tempo la ricetta si è adattata alle persone; ma il risultato è sempre, comunque, goloso.

La ricetta originale è così : 500 gr di mascarpone, 5 uova freschissime, cinque cucchiai di zucchero per la crema, una scatola di pavesini, caffè leggermente zuccherato, un goccio di cognac o altro liquore,cioccolato fondente, cacao amaro per spolverare. Separare i tuorli dagli albumi, unire ai tuorli lo zucchero e montarli benissimo fino a schiarirli. Montare gli albumi a neve fermissima, unire il mascarpone ai tuorli montati, aggiungere gli albumi mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli. Preparare il caffè, zuccherarlo, aggiungere il liquore e lasciarlo intiepidire. In una teglia mettere un velo di crema, fare uno strato con i pavesini inzuppati nel caffè, ricoprirli di crema spolverare con delle scagliette di cioccolato fondente e alternare poi gli strati di biscotti inzuppati, crema e cioccolato. All'ultimo strato spolverare con cacao amaro. Mettere il dolce in frigorifero per qualche ora oppure in freezer scongelandolo lentamente in frigorifero prima del consumo.   

Negli anni ho cominciato col togliere il liquore e a sostituire il caffè con l'orzo per renderlo delicato, adatto ai più piccoli; poi le uova crude "hanno fatto fatto i capricci" e le ho sostituite con una crema pasticcera per offrirlo anche alle amiche in dolce attesa e fugare, una volte per tutte, le paure dell'aviaria. Insomma tuffatevi in questo mare "tranquillo", fatto di onde alla crema e ricoperto da un soffio di cioccolata! 

Oggi questo è il mio Tiramisù

Ingredienti:

Per la crema pasticcera

  • 300 ml di latte;
  • 5 tuorli d'uovo
  • 100 gr di zucchero
  • 35 gr di farina

Per la crema al mascarpone

  • 500 gr di mascarpone
  • 200 ml di panna fresca liquida 
  • 50 gr di zucchero


Per comporre il dolce

  • 1 scatola di biscotti pavesini
  • 1 bicchiere circa di orzo poco zuccherato 
  • cioccolato fondente
  • cacao amaro in polvere

Procedimento:

Preparare la crema pasticcera montando i tuorli con lo zucchero fino a che non risultino molto chiari e densi, setacciarvi la farina, scaldare il latte e versarlo a filo sul composto. Amalgamare bene e rimettere sul fuoco fino a che non cominci a bollire e ad addensarsi. Cuocere a fuoco basso fino a raggiungere la densità desiderata. Togliere dal fuoco e raffreddare velocemente immergendo la pentola in acqua fredda sempre mescolando per evitare grumi e pellicina.






Amalgamare il mascarpone con lo zucchero, aggiungervi la crema pasticcera, montare la panna, e unirla al composto mescolando dal basso verso l'alto per non smontarla




Comporre il dolce alternando uno strato di crema ad  uno strato di pavesini bagnati nell'orzo poi ancora crema e a questo punto aggiungere delle scagliette di cioccolato fondente


scagliette di cioccolato fondente 
fino ad arrivare all'ultimo strato di crema. Spolverare con il cacao amaro, ricoprire con carta stagnola e mettere in frigorifero per almeno 3-4 ore.

Con queste dosi io faccio 12 coppette monoporzione, in questo modo posso metterle in freezer e per il consumo basta scongelarle passandole in frigorifero per circa un'oretta.


Volendo si può sostituire il mascarpone con la ricotta o con altro formaggio fresco; la farina nella crema pasticcera con amido di mais; la panna con una soffice meringa italiana: insomma si può cambiare molto. Quello che io e la mia amica Vittoria abbiamo sempre tenuto sono i biscotti pavesini, a nostro parere insostituibili per consistenza e sapore: sanno trattenere la crema, unire le parti, soggiogare il caffè e suggerire un lieve sentore di... baci.



10 commenti:

  1. Ti copiero` l'idea della crema pasticcera e dell'orzo......rendera` il dolce adatto anche ai miei bimbi!
    francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca vedrai che piacerà moltissimo ai bambini.
      Buona settimana

      Elimina
  2. Qui si va di dolcezza :D
    Ne mangerei volentieri una monoporzione.
    Due Vittorie insieme danno dei risultati stupendi.

    RispondiElimina
  3. Ciao, piacere di conoscerti. Ma l'immagine che hai messo in alto è un quadro che hai fatto tu? Da oggi ti seguo, se ti va passa da me. A presto!

    RispondiElimina
  4. Ciao Maria Grazia, grazie e piacere di conoscerti.
    Sono passata a trovarti, per ora ho dato una sbirciatina ma tornerò con più calma.
    Il quadro è opera di mio figlio, il mio braccio destro!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  5. Mi piace come hai elaborato il tiramisù! Tutte variazioni che condivido: senza liquore, con le uova non più crude ma trasformate in crema..insomma sembra il tiramisù perfetto anche per me! Buona settimana cara Vittoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ornella, provalo ti piacerà!
      Buona settimana anche a te, carissima.

      Elimina
  6. questo dolce al cucchiaio rimane sempre uno dei miei preferiti...bella idea anche quella dell'uso dell'orzo....mi piace!

    RispondiElimina