martedì 12 giugno 2012

Crostata "degli esami"

E' tempo di esami scolastici. Da questa settimana i nostri ragazzi sono alle prese coi ripassi e gli approfondimenti per ottenere la licenza media o la maturità. 
Questo meraviglioso racconto Dei ragazzi della scuola dell'amore ben illustra i sentimenti che vivono in questo momento. Il racconto, in effetti, ha ispirato l'idea di questo dolce, una torta che vuole dare energia e buon umore per i prossimi impegni. Tra pagine di storia e matematica una fetta generosa solleva lo spirito. Il cioccolato, poi, è un toccasana per l'ultimo sprint del mio "braccio destro", di mio nipote e  di tutti gli adolescenti impegnati agli esami! Ci vorrebbero libri di cioccolata, con immagini di panna montata e titoli in rilievo di marzapane. Imparata per bene la lezione sotto a divorare le pagine! Ma le più classiche torte sanno fare bene il loro "mestiere". Hanno il potere di dire: forza ragazzi, siamo con voi!


Ingredienti per la frolla:
gli esperti direbbero che la mia frolla è in realtà una "sablè" . Dopo anni di tentativi per ottenere una frolla soddisfacente una cara amica, che la fa meravigliosamente bene, alla mia domanda "ma come fai?" Quanto burro metti? Per quanta farina?" Mi ha risposto "non sono precisa metto un pò più della metà di burro rispetto alla farina". Così ho carpito il suo segreto trovando il mio equilibrio, in pratica il rapporto è 250 gr di burro ogni 375 gr di farina ovvero il burro non è il 50% della farina ma circa il 67% .
Qui  trovate una bellissima spiegazione sui segreti della pasta frolla. 
Di solito con queste dosi ottengo due panetti (per la tortiera da 24 cm) che posso tranquillamente congelare. Al momento dell'utilizzo tolgo il panetto dal freezer 3 ore prima e lascio a temperatura ambiente oppure la sera prima lo passo in  frigorifero. Se voglio fare anche la griglia posso usare una tortiera più piccola oppure utlizzo parte del secondo panetto e con la differenza faccio una crostatina oppure dei biscottini.
Ecco la dose per due panetti. Per questa crostata ne ho usato uno per cui si possono dimezzare le dosi.
  • 375 gr di farina 00
  • 250 gr  di burro
  • 125 gr di zucchero (a velo oppure zucchero finissimo)
  • 2 tuorli d'uovo
  • scorza di limone grattuggiata (naturalmente limone non trattato)
  • semi di vaniglia oppure vanillina. Si può usare direttamente lo zucchero a velo vanigliato oppure lo zucchero finissimo vanigliato home made
  • un pizzico di sale
per la farcia:
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di crema alla nocciola
  • 100 gr burro
  • 1 uovo e 2 tuorli
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 40 gr di wafer alla nocciola
Procedimento:
per la frolla ho usato la planetaria procedendo prima alla sabbiatura. Ho unito il burro freddo a pezzettini, la farina e lavorato con il gancio K a velocità 2. Quando il composto ha formato piccoli grumi (la sabbiatura) ho fermato la planetaria e aggiunto zucchero, sale, scorza di limone, vaniglia, i 2 tuorli. Riavviato sempre a velocità 2 quando si è formata formata la palla, l'ho tolta dalla planetaria, compattata velocemente e divisa in due panetti. La frolla va lasciata riposare in frigorifero almeno 30 minuti prima del suo utilizzo. Trascorso questo tempo l'ho stesa su un foglio di carta forno e foderato la tortiera da 24 cm bucherellato il fondo e riposto nuovamente in frigorifero.
per la farcia ho sciolto il cioccolato e il burro a bagno maria, tolto dal fuoco  ho unito lo zucchero, la crema alla nocciola l'uovo intero e i tuorli.
Ho riempito la frolla con la farcia ripiegato il bordo esterno e sbriciolato sulla superficie 20 gr di wafer alla nocciola.
Ho infornato in forno caldo a 180° per circa 45 minuti, sfornato fatto raffreddare e completato il dolce sbriciolando sulla superficie gli ultimi wafer alla nocciola.
Squisita, IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI !

10 commenti:

  1. E ci credo che con questa crostata si rinvigoriscono bene i ragazzi che devono sostenere gli esami.
    Vorrei potermi rinvigorire anch'io con una bella fettozza, nonostante non debba sostenere esami :D
    In bocca al lupo a tutti i ragazzi ed in particolare al "baccio destro"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna,
      come si dice "crepi il lupo"!

      Elimina
  2. Un ottimo modo per recuperare le energie per i nostri studenti.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna,
      il cioccolato si sa, fa miracoli!
      Ciao.

      Elimina
  3. Non ho esami da sostenere ma ne mangerei una bella fetta!! In bocca al lupo a tutti i nostri ragazzi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ornella,
      il cioccolato mette sempre di buon umore, è finita in un lampo mangiata non solo da chi aveva esami...

      Elimina
  4. farò mio il tuo segreto; la tua crostata è fa-vo-lo-sa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania,
      se ami il cioccolato non ti deluderà!

      Elimina
  5. Interessantissima questa crostata, questo tipo di dolce rende più scorrevole anche il periodo pre esami....bella ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù,
      i nostri ragazzi, e non solo loro, hanno gradito!

      Elimina