domenica 24 giugno 2012

Il nostro yogurt

Lo yogurt, alimento prezioso e compagno di viaggio dell'uomo. Si ha notizia che Abramo lo abbia offerto al Signore in visita, simboleggiato da tre uomini, come leggiamo nella Bibbia.
"Allora Abramo andò in fretta nella tenda, da Sara, e disse: " Presto, tre staia di fior di farina, impastala e fanne focacce" all'armento corse lui stesso, Abramo, prese un vitello tenero e buono e lo diede al servo, che si affrettò a prepararlo. Prese latte acido e latte fresco insieme al vitello che aveva preparato, e li porse loro. Così, mentr'egli stava in piedi presso di loro sotto l'albero, quelli mangiarono" (Libro della Genesi cap. 18) 
Venne offerto a Davide e alla sua gente in fuga "Quando Davide fu giunto a Macanàim .... portarono letti e tappeti, coppe e vasi di terracotta, grano, orzo, e farina, grano arrostito,  fave, lenticchie, miele, latte acido e formaggi di pecora e di vacca per Davide e la sua gente...infatti dicevano: "Questa gente ha patito fame, stanchezza e sete nel deserto" (2 Samuele cap. 17 versetti 28 e 29).
Il latte acido, molto simile al nostro yogurt, era considerato un cibo prelibato da offrire ad ospiti di riguardo ed un alleato prezioso per riprendersi dalle fatiche di un viaggio estenuante nel deserto.
Dopo aver letto questi episodi ci siamo chiesti: come facevano a fare lo yogurt? 
Abbiamo così deciso di fare il nostro yogurt senza yogurtiera, come loro.
La nostra prima tappa è stata la farmacia per l'acquisto dei fermenti. La nostra farmacista ci ha spiegato l'importanza dell'utilizzo di fermenti vivi e vitali, del tenere al caldo il composto e, infine, di non spostare il contenitore, perchè i fermenti lattici amano il calduccio e la tranquillità. Ci ha dato quindi diversi suggerimenti e dopo un veloce giro sul web per vedere le varie soluzioni adottate (accrocchio, forno acceso, pentola a bagno maria etc) e qualche esperimento ecco il nostro metodo di produzione ormai brevettato e utilizzato da anni!
Ingredienti:
  • 1 litro di latte intero (preferibilmente bio)
  • 1 vasetto di yogurt bianco al naturale senza zucchero o aromi oppure una bustina di fermenti lattici. Si possono usare yogurt diversi per avere ceppi diversi di fermenti.
  • 6 vasetti ben puliti e sterilizzati con acqua bollente
Procedimento:
Scaldare il latte ad una temperatura di circa 40° - 45°C. Se si usa il latte fresco oppure crudo  occorre prima portarlo ad ebollizione e poi lasciarlo intiepidire fino alla temperatura sopraindicata. Togliere l'eventuale "pellicina" che si forma in superficie e, se non si è dotati di termometro per alimenti, provare la temperatura in modo empirico: si immerge il mignolo e se il latte è caldo ma non bollente va bene.
Aggiungere un paio di cucchiai dello yogurt  tolto dal frigorifero almeno una ventina di minuti prima oppure la bustina di fermenti lattici mescolare bene, coprire la pentola con il coperchio, avvolgerla con una copertina, metterla in un luogo caldo e tranquillo, se fa freddo inserire il tutto in una capiente borsa termica,  e lasciare che i fermenti facciano il loro lavoro!
Lasciar riposare per circa 12 ore, dipende molto dalla temperatura, d'estate anche meno.
Scoprire ed ecco il nostro yogurt cremoso e dolce al punto giusto. 
Trasferire nei vasetti e mettere in frigorifero.
ottimo con miele
ma anche al naturale!
E...non dimenticate di conservarne un vasetto per la produzione successiva!

8 commenti:

  1. Vedo che ci diamo alle produzioni home made :D
    Sai che io faccio lo yogurt con il latte preso direttamente dal frigo?
    Da quasi dieci anni faccio "matsoni" yogurt del mar caspio, e da poco più di un anno "lo yogurt greco" che mi ha mandato Ornella facendolo prima seccare.
    Entrambi addensano benissimo in una notte partendo da latte freddo.
    Probabile che con i fermenti ci sia bisogno anche della temperatura, è probabile.

    Abbracci doppi carissima

    RispondiElimina
  2. Lo yogurth fatto in casa deve essere molto buono anche se io non ho la pazienza di farlo tutti i giorni, di conservare il vasetto e così via. Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  3. Io ho una yogurtiera ma l'idea della pentola e` bellissima!
    francesca

    RispondiElimina
  4. @ anna
    Sai che ho cercato invano lo yogurt del mar caspio?
    Anni fa avevo un grappolo di kefir che lavorava alla grande partendo da latte o acqua freddi. Non sapevo invece che lo yogurt greco si formasse anche così... In effetti mia nonna partiva dal latte a temperatura ambiente e a dire di mia mamma il suo yogurt era fantastico
    Abbracci doppi a te carissima.

    @giovanna
    Grazie Giovanna, io lo faccio ogni 2 giorni circa. Praticamente al mattino mentre preparo la colazione scaldo il latte, metto lo yogurt, copro e poi la sera trovo tutto pronto. Quando però il tempo stringe... meno male che ci sono ottimi yogurt in vendita!!!
    Buona domenica anche a te e buona settimana.

    @francesca
    Grazie Francesca, la mia yogurtiera ha lavorato alla grande per tanto tempo (era un regalo di nozze) poi qualche anno fa si è rotta. Complice la curiosità di capire come faceva Abramo abbiamo provato questo metodo come esperimento e poi ho continuato così.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  5. La tua vena di autoproduzione è davvero magnifica, anche io mi autoproduco lo yogurt, ma con la yogurtiera....non ho mai provato però con la partenza con fermenti da farmacia, ma uso uno yogurt come base....ora voglio provare la tua versione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù,
      ho usato i fermenti della mia farmacista "di fiducia" solo la prima volta poi si può continuare con il proprio yogurt. Quando però è capitato che si è indebolito ho usato anch'io yogurt acquistato mischiando ceppi diversi di batteri.
      Buona settimana

      Elimina
    2. ah ok, grazie mille per l'informazione!!! ho scoperto che il mio forno ha la funzione yogurt, appena mi prende l'ispirazione lo provo e ti dico!!!

      Elimina
  6. E' tanto che voglio provare a fare lo yogurt, ma pensavo che fosse complicatissimo, invece dalla tua ricetta sembra davvero facile. Lo proverò!

    RispondiElimina