domenica 30 settembre 2012

Pane con segale, patate e licoluva

La nostra attività di panificazione prosegue. Quest'estate, durante una gita in montagna, abbiamo mangiato tante cose buonissime tra cui il pane di segale e patate fatto con lievito naturale (così recitava l'elenco degli ingredienti). Eravamo già alle prese con la nascita di licoluva e, naturalmente, il mio "braccio destro" ed io abbiamo deciso di provare a rifare questo pane dopo aver preso un pò di "confidenza" con il nostro lievito. Il momento è arrivato e ieri licoluva era al lavoro per far lievitare questo pane, lavoro che ha svolto egregiamente, regalandoci un pane strepitosamente buono.

Ingredienti:
  • 250 gr di licoluva 
  • 200 gr di farina Manitoba bio
  • 100 gr di farina 0 bio
  • 200 gr di farina integrale di segale bio macinata a pietra
  • 200 gr di patate cotte al vapore (il peso si riferisce alle patate già sbucciate)
  • 220 gr di acqua circa
  • 10 gr di sale Mothia
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di malto d'orzo bio
Procedimento
Venerdì sera abbiamo inserito nella planetaria licoluva, olio evo, malto d'orzo, le patate cotte al vapore e passate per ridurle in purea ed impastato con il gancio ad uncino per amalgamare il tutto. Abbiamo aggiunto 150 gr. di acqua, unito a cucchiaiate il mix di farine e messo l'acqua rimasta gradatamente ed impastato per circa 15 minuti. Dopo un breve riposo dell'impasto abbiamo incorporato il sale e ripreso la lavorazione ancora per qualche minuto. Dopo aver rovesciato l'impasto sul piano di lavoro infarinato (avevamo tenuto da parte un cucchiaio del mix di farine da utilizzare a questo scopo) e fatto un giro di pieghe abbiamo messo a lievitare in un contenitore unto di olio evo e coperto. 
Dopo due ore circa abbiamo inserito il contenitore in frigorifero sino a Sabato mattina quando lo abbiamo tolto  e lasciato a temperatura ambiente per circa 1 ora. 
Lo abbiamo rovesciato sul piano di lavoro, diviso in due parti 
fatto delle pieghe
dato forma e adagiato su un canovaccio spolverato di farina con le pieghe rivolte verso il basso
coperto e lasciato lievitare per 2 ore e 1/2, trasferito sulla placca ricoperta di carta forno, inciso la superficie
e infornato nella posizione centrale del forno già caldo a 250° per i primi 10 minuti e abbassato a 200° per i successivi 25-30 minuti.
Sfornato lo abbiamo lasciato raffreddare e poi...gustato una sinfonia di sapori! 
Buon appetito!  

9 commenti:

  1. Avrei voluto anch'io intervenire alla sinfonia :D
    Che bello che è, e quanto sarà buono con tutte quelle farine strepitose ed il superlaborioso licoluva.
    Ma vedo una cosa che fa l'occhiolino poco più sotto, c'è del pomodoro e...... Vado a vedere!!!!
    Un caro saluto triplo....., ma no! quadruplo!!

    RispondiElimina
  2. bellissimo pane!
    complimenti!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  3. Un pane così, me lo sogo. Complimenti.

    RispondiElimina
  4. Tesoro ma che meraviglia la produzione di pane con i tuoi lieviti liquidi, sei ormai la maga della panificazione! Complimenti a te e a braccio destro!

    RispondiElimina
  5. @ anna
    Grazie carissima...un saluto quadruplo!

    @squisito
    Grazie, alla prossima!

    @giovanna
    Grazie, coraggio trasforma i sogni in realtà!

    @artù
    Carissima, grazie, la fatina dei lievitati è Anna, grazie a lei ho prodotto il mio licoluva con il mio braccio destro... però maga...mica male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fortissima Vittoria!

      ps. ci vediamo domani al quanti modi???

      Elimina
  6. Ciao, vedo che i lievitai ti piacciono molto e ti riescono molto bene!!! Complimenti per questo bel pane molto invitante!!!
    Ti seguo e se ti fa piacere passa a trovarmi.
    A presto.

    RispondiElimina