venerdì 28 settembre 2012

Pizza senza impasto

Che buona la pizza in teglia! Nella nostra cucina non manca mai e anche noi seguiamo la ricetta di Bonci. Qualche tempo fa Bonci suggeriva l'aggiunta di farina di riso definendola un "miglioratore naturale" in particolare nell'eventualità in cui si voglia congelare la pizza. La nostra non arriva alla congelazione, la mangiamo tutta subito, ma l'aggiunta della farina di riso la rende ancor più buona mantenendola croccante all'esterno e morbida all'interno grazie all'acqua che viene dalla stessa trattenuta. 
Ecco il nostro solito impasto con un pizzico di lievito di birra. L'abbiamo fatto in contemporanea al nostro pane al Kamut  e purtroppo ci siamo resi conto che non avevamo rinfrescato licoluva a sufficienza per entrambi; la prossima volta però lo metteremo al lavoro anche per la nostra pizza!

Ingredienti per una teglia di cm 25x36:
  • 330 gr di farina tipo 1 oppure 0 bio
  • 20 gr di farina di riso;
  • 200 gr di acqua;
  • 1 gr di lievito di birra disidratato;
  • 1 cucchiaino di zucchero;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • 2 cucchiai di olio evo
  • passata di pomodoro bio
  • origano
  • sale un pizzico per condire 
  • mozzarella fior di latte in panetto q.b.
Procedimento:

Abbiamo messo in una ciotola le farine, il lievito, lo zucchero e gradatamente parte dell'acqua iniziando ad impastare con una forchetta. Abbiamo aggiunto l'olio evo, l'ultima acqua ed infine il sale. Abbiamo usato circa 200 gr di acqua regolandoci ad occhio; l'impasto deve essere idratato ma "stracciato". Abbiamo lasciato riposare per una decina di minuti e poi abbiamo rovesciato l'impasto sul tavolo da lavoro e, con le mani inumidite, lo abbiamo piegato come un fazzoletto per un paio di volte e formato una palla.
Abbiamo unto la ciotola di olio evo, vi abbiamo riposto la palla rigirandola per ungerla completamente, abbiamo chiuso la ciotola con il coperchio e l'abbiamo lasciata lievitare a temperatura ambiente.
Trascorse circa 2 ore abbiamo posto la ciotola chiusa nella parte meno fredda del frigorifero fino al giorno successivo (24 ore). Abbiamo lasciato riposare l'impasto a temperatura ambiente e dopo averlo trasferito nella teglia ricoperta di carta forno, lo abbiamo steso con le mani, accarezzandolo, fino a ricoprire interamente la superficie della teglia. Abbiamo lasciato lievitare ancora per quasi un'ora (dipende dalla temperatura ambiente, se fa caldo possono bastare 30-40 minuti) spolverato di origano, spalmato con il pomodoro, aggiunto un pizzico di sale, ricoperto con la mozzarella a dadini, e irrorato con un filo di olio evo. 
Noi usiamo mozzarella fiordilatte in panetto, non preparazioni di formaggio per pizza. Se si usa la mozzarella conservata nel liquido di governo andrà sfilacciata strizzandola un poco per evitare "l'allagamento" della pizza.
Nel frattempo abbiamo portato il forno alla massima temperatura (per noi 270°) ed abbiamo infornato nella parte bassa per una decina di minuti. Il "braccio destro" ha deciso di farcirla e così abbiamo aggiunto 
wurstel a fettine  (so che non sono il massimo ma qualche volta ci permettiamo una trasgressione...) rimesso in forno nella parte centrale per altri 20 minuti circa a 200°.
Abbiamo sfornato e 
buon appetito!

6 commenti:

  1. Bonci è una garanzia. Complimenti una pizza fantastica.

    RispondiElimina
  2. pizza alternativa e davvero fantastica!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  3. Grazie per la dritta, la prossima volta che farò la pizza proverò a mettere anche io la farina di riso!

    RispondiElimina
  4. Ma che bella pizza gustosa! Qui da te si impara sempre qualcosa di nuovo, ogni volta mi stupisci. Copio l idea della farina di riso! Anche io ogni tanto cedo alla farci tura con würstel...

    RispondiElimina
  5. con il metodo Bonci si va sul sicuro!!! Buonissima la tua pizza!!!!

    RispondiElimina
  6. @ giovanna
    Grazie, hai ragione Bonci è grande.

    @Squisito
    Grazie, a presto!

    @Cinzia
    Grazie per la visita, prova vedrai che fragranza!

    @Artù
    Ciao carissima, allora non sono l'unica che a volte abbandona i buoni propositi salutisti...

    @merincucina
    Eh si grande Bonci! Grazie

    RispondiElimina