giovedì 6 giugno 2013

Quanti modi di fare e rifare i Canederli verdi di Antonella

L'appuntamento di giugno è da Antonella con i Canederli verdi.
Come promette il nome del suo blog "Sapori in Concerto" in questo piatto troviamo una sinfonia delicata che, in un crescendo di sapori, accarezza le papille gustative per finire in una esplosione di gusto, degna conclusione di ogni sinfonia che si rispetti.
Abbiamo cambiato qualche "strumento", chiediamo venia all'autore, ma il concerto di sapori è stato comunque garantito!

Ingredienti per 18 canederli di media dimensione:
  • 1 Kg di spinaci freschi noi 220 g circa di spinaci (all'acquisto erano circa 500 g noi li abbiamo pesati già puliti e cotti) 
  • 5 cucchiai di farina noi 1 cucchiaio di farina e due cucchiai di pan grattato
  • 2 uova noi bio
  • 2 panini raffermi (150 g circa) noi 200 g circa
  • 250 g formaggio (fontina, latteria, Asiago o similari) noi 50 g di Parmigiano
  • grana grattugiato q.b.
  • 1 spicchio d'aglio noi abbiamo aggiunto anche 1/4 di cipolla dorata
  • sale q.b. noi abbiamo messo anche pepe nero dello Sri Lanka - fair trade - e noce moscata
  • burro q.b. noi abbiamo usato il burro del Trentino
  • noi abbiamo usato anche 100-130 ml circa di latte intero bio e un poco di olio evo
  • abbiamo usato la nostra salvia 
Procedimento:
Il giorno prima abbiamo mondato e cotto gli spinaci in poca acqua salata scolati, strizzati e riposti in frigorifero. 
La parte più difficile è stata reperire il pane raffermo: a casa nostra il pane fatto da noi non avanza mai! 
Così, organizzandoci per tempo, abbiamo pazientemente raccolto i pochi pezzettini avanzati da quello che compriamo dalla Sciùra Maria e lo abbiamo tagliato a cubetti, vi abbiamo aggiunto le uova sbattute con il latte e dopo una bella mescolata
abbiamo lasciato riposare il composto per circa un'ora, rimestandolo ogni tanto, trascorsa la quale abbiamo sminuzzato gli spinaci con la mezzaluna e li abbiamo rosolati in un poco di olio evo con l'aglio e la cipolla tritata,
tolto l'aglio li abbiamo aggiunti al composto di pane per unirvi successivamente la farina, il pangrattato, ed il parmigiano. Abbiamo regolato di sale aggiunto il pepe e la noce moscata 
e, con le mai inumidite, abbiamo formato i nostri Canederli passandoli in un velo di farina
li abbiamo adagiati su un vassoio ricoperto di carta forno e spolverato di farina
sino al momento del pranzo, quando li abbiamo tuffati in acqua bollente salata mentre la nostra salvia (un poco sofferente per il freddo di questo periodo) rosolava nel burro.
Li abbiamo cotti per circa 7 minuti e dopo averli scolati con una schiumarola li abbiamo ripassati in padella con il condimento
gustati e "scarpettati" con il nostro pane con segale e semi di girasole
Che buoni!!!
Grazie ad Antonella per aver "estorto sotto tortura" al marito le dosi degli ingredienti dei Canederli ed aver condiviso con noi questa gustosissima ricetta!
Grazie anche ad Anna, Ornella ed alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 06/07/2013 da Soleluna con la galantina di pollo aromatizzata al basilico

25 commenti:

  1. Buongiorno Vittoria e Braccio Destro!
    Che bello anche oggi ci siam ritrovati
    e di golosi canederli verdi ci siam abbuffati!
    Trovar la verdura tra la pioggia battente
    non è stata impresa da niente..
    Ma per noi Cuochini è cosa normale
    non ci spaventa nemmeno il temporale!
    Ed eccoci qui dalla cara Antonella, tutti arrivati
    e alla sua tavola ci siam sistemati!
    Grazie mille per questa stupenda ricetta
    e l'ospitalità che era perfetta!
    Ci rivediam il mese prossimo prima di partire per qualche Atollo
    a rifar con basilico la galantina di pollo
    Baci la Cuochina

    RispondiElimina
  2. bravissime complimenti davvero sono venuti ottimi. Buona giornata

    RispondiElimina
  3. hanno un colore ed un aspetto magnifico..i miei complimenti cara!
    bacione

    RispondiElimina
  4. Buonissimi anch'io li ho conditi con burro e salvia e sono ottimi ciao Luisa

    RispondiElimina
  5. bellissimi da vedere e sicuramente buoni, buona l'aggiunta di cipolla che io ho totalmente dimenticato...un saluto

    RispondiElimina
  6. belllissimi anche i tuoi un saluto!

    RispondiElimina
  7. Cara vittoria sono bellissimi complimenti!!!!
    Un abbraccio :-))))

    RispondiElimina
  8. perfetti! belli e anche saporiti!

    RispondiElimina
  9. ma che bella ricetta e quante foto passo passo, io le trovo molto utili. Grazie e ci si rivede alla prossima ricetta.

    RispondiElimina
  10. Il tuo Braccio Destro cara Maria Vittoria è Giotto secondo: perfetti! Siete sempre bravissimi complimenti!Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Davvero perfetti e mi e` piaciuto il tocco di salvia!
    Saluti anche al braccio destro!
    francesca

    RispondiElimina
  12. Ciao Vittoria ma quanto siete bravi tu e il braccio destro! e vogliamo parlare del sugo alla genovese qui sotto? siete bravissimi, baci a presto

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutte per essere passate nella nostra cucina, il Braccio destro Vi saluta una ad una
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. come tutte le trascrizioni che si rispettino,il compositore lascia un segno del suo genio che lo contraddistingue....e voi avete trascritto la partitura in modo armonioso e delicato! Complimenti per il tocco personale...anche da parte di Rino,che ringrazia per aver condiviso la sua ricetta...ciaoooo

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia carissimi!!! avete realizzato in modo magnifico e con le varianti perfette un accordo sinfonico da grande applauso!!!
    bravi

    ps. non sono proprio riuscita ad esserci stavolta. mi perdonerete vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graze Artù per essere passata da noi, ti perdoniamo ma abbiao sentito la tua mancanza!
      Un abbraccio!

      Elimina
  16. Ciao Vittoria molto golosa la tua versione al burro aromatizzato di salvia!
    Baci e alla prossima!

    RispondiElimina
  17. Scarpettare è d'uopo, non ci si può esimere :)
    Quelle mani da pianista fanno ben capire come far venire delle sfere perfette. Siete una coppia formidabile :)

    Carpiato triplo
    (noto che, recentemente, in radio, ce lo stanno scopiazzando;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima,
      carpiatissimo (copioni...)!

      Elimina
  18. Belli e profumati, il pepe e la noce moscata ci stanno benissimo! Scarpettare è un verbo che adoro!!!! bacioni!

    RispondiElimina
  19. Carissima Vittoria arrivo per ultima a godermi la tua versione dei canederli verdi!
    Complimenti davvero.
    Mi piace l'aggiunta di un pizzico di pepe e di noce moscata, fanno risaltare gli ingredienti di questi canederli verdi.
    Buon fine settimana e a rileggerci presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Fabiana,
      grazie di essere passata a trovarmi, buon fine settimana anche a voi!

      Elimina