giovedì 6 marzo 2014

Quanti modi di fare e rifare i pici all'aglione

L'appuntamento di Marzo è da Stella per cucinare un delizioso primo piatto della tradizione toscana: i pici all'aglione.
E' una pasta squisita e semplice che abbiamo cucinato con piacere; l'impasto è veloce e anche se la formazione dei pici richiede un pò di tempo per noi è stata un'attività "zen" che ci ha permesso di rilassarci e chiaccherare in allegria.
I nostri pici non sono all'aglione per due motivi: non è stagione di pomodori freschi e nella nostra cucina usiamo l'aglio con moderazione ragion per cui abbiamo optato per un condimento semplice, a base di salsa di pomodoro arricchita da uno spicchio d'aglio e olive taggiasche, condimento che è entrato perfettamente in sintonia con la bontà dei pici creando un connubio perfetto!

Ingredienti per 3 persone:
Per i pici:
  • 200 g di farina di grano tenero bio
  • 200 g di semola di grano duro
  • 250 g di acqua calda
  • 2 g di sale fino 
  • 1 cucchiaio di olio evo 
Per il condimento:
  • 500 - 600 ml di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d'aglio
  • tre cucchiai di olive taggiasche sott'olio
  • basilico
  • olio evo
  • sale 
  • un pizzico di zucchero
  • peperoncino
Procedimento:
Abbiamo setacciato le farine, aggiunto l'acqua calda, il sale, l'olio e lavorato sino a formare una palla liscia che abbiamo messo a riposare per un'ora in una ciotola coperta






abbiamo diviso l'impasto in 4 panetti e steso ciascuna parte con il mattarello ottenendo una sfoglia di circa 1 cm che abbiamo tagliato a strisce di 1 cm circa ed abbiamo formato i pici così come spiegato da Stella. Abbiamo lavorato un panetto alla volta tenendo coperti gli altri per evitare che si asciugassero.
Abbiamo arrotolato le strisce sino a formare dei cordoncini lunghi tutta la nostra asse di legno (60 cm) per poi tagliarle a metà e stenderle nuovamente sino ad arrivare alla lunghezza dell'asse, il Braccio Destro ne ha diligentemente misurato lo spessore... meravigliosamente irregolari ma entro i 4-5 mm al massimo!

Abbiamo lasciato riposare i nostri pici per circa un'ora e poi li abbiamo tuffati in acqua salata bollente cuocendoli per circa 10 minuti; nel frattempo abbiamo preparato il nostro sughetto.
In una padella abbiamo scaldato l'olio evo, saltato lo spicchio d'aglio intero, aggiunto la passata di pomodoro, le olive, il basilico, un pizzico di zucchero, e regolato di sale. Scolati pici li abbiamo conditi con il sugo ed una spolverata di peperoncino 
abbiamo accompagnato i nostri pici fumanti con acqua frizzante e dell'ottimo Chianti, che bontà!!!
Grazie a Stella per averci aperto le porte della sua cucina, grazie ad Anna, Ornella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 06/04/2014 da Carla Emilia per preparare la Torta Pasqualina
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci, a presto!

22 commenti:

  1. Buongiorno carissimi Maria Vittoria e Braccio D.
    che profumino super invitante si odora varcando la porta della vostra bella cucina! Non esitiamo un minuto ad accomodarci a tavola ed assaggiare, in compagnia, la meravigliosa, golosa versione dei Pici che avete preparato! Tanti complimenti per la vostra bravura e creatività ai fornelli e un grazie affettuoso da Anna e Ornella che vi aspettano il prossimo mese da Carla Emilia per la Torta Pasqualina!
    Un abbraccio la Cuochina

    RispondiElimina
  2. favolosi con questo sughetto con le olive e il peoperoncino, avete fatto proprio un bel piatto invitante

    RispondiElimina
  3. caspita avete chiuso in bellezza con il Chianti ;-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Vittoria, le olive taggiasche ci stanno proprio bene, hai ragione! Ti aspetto da me, alla prossima, baci

    RispondiElimina
  5. Ottimo il sugo con le olive taggiasche, io le adoro!
    Complimenti,

    RispondiElimina
  6. Beh quel sugo con le olive taggiasche è perfetto.

    RispondiElimina
  7. ottimi anche con le olive! delizioso il sughetto!

    RispondiElimina
  8. Ottima idea l'aggiunta delle olive nel sugo.... buonissimo e invitante anche il tuo piatto!

    RispondiElimina
  9. eccoci finalmente a questo bellissimo appuntamento con la cucina e la cuochina....che meraviglia la vostra versione!!!! adoro questo piatto e adoro come lo avete presentato!

    RispondiElimina
  10. Perfetti questi pici.....ed il Chianti ci sta benissimo....
    francesca

    RispondiElimina
  11. Si...proprio una bontà...una versione ottima!!!
    Alla prossima!!

    RispondiElimina
  12. I tuoi pici sono veramente invitanti!!!!!
    A presto!!

    RispondiElimina
  13. Vedo che anche tu non hai usato i pomodori freschi visto che non sono in stagione :)
    ottimo con le olive!
    Ti son venuti benissimo!
    terry

    RispondiElimina
  14. Una versione golosissima, complimenti!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  15. Golosissimi mmmmm che buoni, devo provare anch'io l'acqua calda !!!!
    Un bacione :-)))

    RispondiElimina
  16. buonissimi già così..se aggiungiamo le olive taggiasche diventa una favola!!! complimenti!

    RispondiElimina
  17. Grazie a tutte Cuochine, la vostra visita ci ha fatto molto piacere!
    Un abbraccio a tutte e al prossimo appuntamento ;-))) !

    RispondiElimina
  18. che bontà! Sempre stupende le vostre preparazioni, cari Vittoria e Braccio Destro.
    Al prossimo appuntamento allora e buon fine settimana.
    Sorrisi a profusione :-D

    RispondiElimina
  19. ciao Vittoria e B.D.
    "meravigliosamente irregolari" i pici...come devono essere!!
    Bellissimi i passaggi della realizzazione e il sugo con le olive...una bontà!
    Semplice Semplice...è sempre semplicemente bello passare da voi.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  20. Che bella presentazione, rende questa ricetta ancora più golosa!
    Brava Vittoria!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  21. Grazie a tutte, buona settimana!

    RispondiElimina
  22. Buono con le olive! Bravissima! Un abbraccio!

    RispondiElimina