martedì 6 maggio 2014

Quanti modi di fare e rifare le mini quiche lorraine

L'appuntamento di Maggio è da Dany per preparare la mini quiche lorraine. 
E' un piatto goloso e stuzzicante con radici lontane (la sua origine risale al XVI secolo) capace in ogni tempo di deliziare anche i palati più esigenti con le sue mille versioni; uno scrigno di pasta che accoglie sapori preziosi, dai più delicati ai più decisi, perfetto da gustare sia in casa, in un pasto goloso, che in un allegro pic nic.
La nostra quiche non è mini perciò abbiamo adattato le dosi del ripieno in versione vegetariana alle dimensioni della nostra teglia, ripieno che abbiamo arricchito con profumate e stuzzicanti spezie.
Non abbiamo fatto la cottura in bianco perchè... ci siamo distratti, il ripasso della storia romana ha distolto la nostra attenzione e la farcia è finita nel guscio prima della cottura in bianco.
Comunque, come già detto da Dany, la quiche è risultata buonissima!

Ingredienti per la brisée (noi abbiamo usato una teglia da 22 cm):
  • 200 g di farina noi 00 bio
  • 90 g di burro freddo
  • 70 g di acqua noi fredda 
  • 5 g di sale noi fino Mothia
Ingredienti per il ripieno:
  • 100 ml di panna liquida UHT noi 200 ml di latte fresco intero
  • 1 uovo noi 2 uova bio
  • 50 g di gruviera grattugiato (ma anche emmental o similari) noi abbiamo usato 1 caprino di latte vaccino da 80 g 
  • qualche cucchiaino di parmigiano grattugiato noi circa 50 g
  • 100 g di pancetta affumicata (Dany ha usato lo speck) noi 3 zucchine e un porro in tutto 150 g di verdure
  • sale e pepe q.b noi sale Mothia, pepe nero ed anche olio evo, curcuma, cumino, timo e prezzemolo a piacere  
Le nostre modifiche sono indicate in rosso
Procedimento:



Abbiamo pulito le verdure e le abbiamo tagliate a piccoli pezzi


le abbiamo saltate in padella con un filo d'olio, sale pepe, spezie e le abbiamo cotte per circa 30 minuti bagnando, al bisogno, con qualche cucchiaio di acqua mantenendole comunque croccanti e nel frattempo abbiamo preparato la pasta brisée


nel boccale del KA abbiamo messo la farina, il sale, il burro freddo tagliato a dadini ed abbiamo mescolato con la frusta piatta a velocità 2 sino ad ottenere uno sfarinato granuloso, abbiamo unito l'acqua e continuato a mescolare sino ad ottenere un impasto omogeneo che abbiamo rovesciato sul tavolo e lavorato velocemente a mano 

abbiamo formato un panetto che abbiamo avvolto nella pellicola trasparente e messo  messo in freezer per mezz'ora.
Quando pasta e verdure si sono raffreddate abbiamo steso la pasta brisée su un foglio di carta forno sino ad un'altezza di circa 5 mm

abbiamo mescolato il caprino con le uova ed il latte, aggiunto le verdure, il prezzemolo tritato e, messa la brisée nella teglia, l'abbiamo bucherellata, versato il ripieno, arrotolato il bordo a cordoncino ed infornato in forno già caldo a 180° per un'ora




sfornata l'abbiamo lasciata intiepidire e...






che bontà, buon appetito!
Grazie a Dany per averci ospitati nella sua cucina ed averci regalato una deliziosa ricetta, grazie ad Anna, Ornella ed alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 06/06/2014 da Lucia per preparare i Tortelli di San Giovanni
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci! 

19 commenti:

  1. Buongiorno cari Maria Vittoria e Braccio D.!
    Che bello ritrovarsi anche questo mese per spignattare tutti insieme, questa volta nella cucina di Dany, tante bellissime appetitose quiche! Anna e Ornella vi ringraziano con simpatia e affetto per essere stati con noi e vi ricordano l'appuntamento di giugno con i Tortelli di San Giovanni!
    Un grande abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Profumatissima questa versione, davvero stuzzicante, un bacione a presto

    RispondiElimina
  3. A me piacciono molto le zucchine soprattutto nelle torte salate e scommetto che la tua quiche oltre che bella è anche buonissima!!!
    Alla prossima ricetta
    Donatella

    RispondiElimina
  4. E' proprio una bontà, ma anche bella da vedere. Anch'io non ho fatto la cottura in bianco... e non sono stata distratta dal ripasso di storia.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  5. Fantastica la versione speziata!!!! Sarà stata golosissima!!!! Complimenti!!!
    A presto....

    RispondiElimina
  6. Ciao Maria Vittoria,
    Anche la tua versione è molto bella e soprattutto sembra essere anche molto buona!!!! Anche io non ho fatto la cottura in bianco, e di proposito, eppure il risultato è stato ottimo, forse perché il ripieno non era molto liquido.
    Un saluto e alla prossima

    RispondiElimina
  7. ciao cara Vittoria, davvero belle le nostre quiche vegetariane vero? Abbiamo infornato solo verdure...un abbraccio

    RispondiElimina
  8. infatti è andata molto bene! perfetto anche il latte! ciao cara!

    RispondiElimina
  9. Bella alta la tua quiche, anche io l'ho fatta con le zucchine, buonissima!

    RispondiElimina
  10. ciao Maria Vittorio e B.D.,
    siamo sempre molto contente di passare dalla vostra cucina,
    ripassare un po' di storia e ammirare la vostra quiche...bellissima...ma che
    deve essere anche stra-BUONA.
    Un bacio dalle 4 api9ne

    RispondiElimina
  11. Bella versione complimenti !!!!!
    Un abbraccio ;-))))

    RispondiElimina
  12. Fantastica anche questa versione! :-) Bravissima!

    RispondiElimina
  13. Ciao Maria Vittoria.
    la tua quiche è proprio golosa, il ripieno si vede che è soffice e bello abbondante, proprio come piace a me!!!!
    Ho curiosato un pò sul tuo blog e ho trovato tanti spunti interessanti! Mi hai fatto venire voglia di fare anch'io un licolfrutta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Licolfrutta da tante soddisfazioni, fallo non te ne pentirai!

      Elimina
  14. buonissima con le verdure e il porro poi è sempre molto gradito qui... complimenti!

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte, ci vediamo il prossimo mese!!!

    RispondiElimina
  16. Un gran bella idea questa versione con le verdure!!
    Alla prossima!!

    RispondiElimina
  17. E' una quarta versione che leggo per le mini quiche e, sinceramente, non sapendo quale adottare, le proverò tutte quattro. Buona serata domenicale.

    RispondiElimina
  18. Carissima Vittoria e Braccio destro, tra contingenze tristi e meno tristi e blogger che ha fatto le bizze e purtroppo il blog qualche danno l'ha subito, non ho potuto partecipare a questo appuntamento e vengo a salutarvi solo ora. Bravissimi, come sempre! Splendida versione.
    Alla prossima e sorrisi a profusione

    RispondiElimina