domenica 6 luglio 2014

Quanti modi di fare e rifare il Pollo con i peperoni

Abbiamo mancato, ahinoi, l'appuntamento di Giugno, e ne abbiamo sentito la mancanza! Raggiungiamo con passo veloce l'allegra brigata delle Cuochine per l'appuntamento di Luglio nella cucina di  Fr@ per preparare il pollo con i peperoni.
E' una portata deliziosa che non sapevamo fosse il piatto tradizionale del ferragosto romano. Lo abbiamo cucinato con gioia ed entusiasmo godendo prima degli allegri colori e poi  dell'avvolgente profumo dei peperoni e degli aromi che faceva scalpitare le papille gustative invidiose dell'olfatto e della vista che invece si beavano felici gongolando... Le papille hanno avuto comunque la loro parte a piatto finito quando una festa di colori e di sapori è arrivata in tavola!
Fr@ ci raccomanda l'uso di ingredienti di prima qualità, peperoni carnosi e croccanti, pollo ruspante e ci regala la ricetta della Sora Lella ed allora come non ricordare il celebre fratello Aldo Fabrizi che, in una sua ricetta in versi, così ci consiglia sul pollo:

Quello ruspante è un rebuse a trovallo
ma er sugo vi è speciale si c'è un pollo 
cor malloppetto de granturco al collo
e le zampette ch'hanno fatto er callo.

Bisogna rompe' a pezzi e cucinallo,
identico ar bollito solo un bollo;
un lungo, lento, insino a quanto è frollo,
e senza smette mai del controllallo

Va cotto a crudo in ojo, burro, strutto,
cipolla, latte, dado, concentrato, 
noce moscata, chiodo e vino asciutto.

Però no pe' fa' sempre er pessimista,
si er pollo è un pollo che non ha ruspato
er vero pollo è quello che l'acquista.

(Fettuccine ar sugo de pollo - A Fabrizi - in Alimenti caratteristici e cibi tipici della romanità - Peppe Renzi - Accademia G.G. Belli)
Le nostre modifiche riguardano in parte gli ingredienti ed in parte il procedimento ottenendo un risultato squisito.

Ingredienti per 3 persone (ciò che abbiamo modificato è riportato in rosso):
  • mezzo pollo circa 600 g il nostro ruspante
  • 2 peperoni medi rossi, gialli o verdi noi 4  
  • 3 pomodori ramati noi 4
  • 1 cipolla dorata
  • 1 spicchio d'aglio noi 4 spicchi d'aglio rosso
  • salvia e rosmarino del nostro vaso
  • peperoncino, sale (noi sale dolce di Cervia) e pepe nero
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco noi prosecco di Valdobbiadene
  • olio extra vergine di oliva noi Ligure
  • noi abbiamo aggiunto un cucchiaio di olive nere Taggiasche sott'olio
Procedimento:
Preferiamo togliere la buccia ai peperoni e così li abbiamo lavati, mondati e tagliati a metà. Li abbiamo adagiati su una leccarda ricoperta da carta forno e nel frattempo abbiamo riscaldato il forno a 250°



li abbiamo infornati per circa 10 minuti, sfornati li abbiamo lasciati raffreddare per sbucciarli agevolmente.
In alternativa per sbucciare i peperoni li passiamo sulla fiamma viva ma col forno si ottimizza il tempo ed il risultato è comunque ottimo.
Qualche ora prima abbiamo pulito il pollo e lo abbiamo messo ad insaporire con 2 spicchi d'aglio, pepe nero e abbondante salvia e rosmarino del nostro vaso. Dopo l'approfondito studio scolastico del Braccio Destro sul fenomeno dell'osmosi non abbiamo messo il sale...


Abbiamo spelato e tagliato a listarelle i peperoni e li abbiamo saltati in padella per una decina di minuti con olio, due spicchi d'aglio, olive taggiasche e sale
Nel frattempo abbiamo scottato i pomodori in acqua bollente per 5 minuti, abbiamo tolto buccia e semi e li abbiamo tagliati a piccoli cubetti. 
Abbiamo altresì pulito e tritato la cipolla


che abbiamo appassito in padella con un filo d'olio, abbiamo aggiunto il pollo e dopo averlo rosolato lo abbiamo sfumato con il vino bianco, unendo poi pomodori, salvia e rosmarino.
Abbiamo regolato di sale, messo il coperchio e cotto per circa 60 minuti



trascorsi i quali abbiamo aggiunto i peperoni, una spolverata di peperoncino  e continuato la cottura per una decina di minuti circa a pentola scoperta, abbiamo spento il  fuoco, rimesso il coperchio e lasciato riposare per circa una mezz'ora per permettere ai sapori di ben amalgamarsi e... 
che bontà, buon appetito!
Grazie a Fr@ per averci ospitato nella sua cucina ed averci regalato una delizia della tradizione romana che da oggi avrà, per noi, un significato particolare.
Grazie ad Anna, Ornella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 14/09/2014 (secondo le nuove istruzioni della Cuochina) da Elena per preparare la zuppa lombarda
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci e...
BUONE VACANZE !!!

16 commenti:

  1. Buongiorno carissimi Maria Vittoria e Braccio D.!
    Prima di tutto, io, Anna e Ornella, vi ringraziamo di cuore per aver preparato e condiviso la vostra meravigliosa e golosissima versione del pollo con i peperoni! 
    Continuiamo con l'augurarvi un'estate solare, rilassante e divertente e tante altre belle cose.
    E concludiamo con la promessa di ritrovarci qui, come sempre in compagnia, la seconda domenica di settembre per preparare La zuppa lombarda di Elena!
    Un abbraccio grande
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. anche io ho abbondato con i peperoni, a me piacciono davvero moltissimo. Bella idea l'aggiunta delle olive, un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  3. Buone vacanze anche a te! Cucinare questo pollo è stato un bel modo di salutarci, a presto :)

    RispondiElimina
  4. Ma che buona la tua versione!!!! con le olive ancora più sfiziosa!!!!
    Buone vacanze!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  5. Ho letto con piacere i versi di Aldo Fabrizi :)
    Anch'io questa volta ho aggiunto le olive, ma meno buone di quelle Taggiasche. Grazie per aver provato la ricetta. Buone vacanze.

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima! ciao braccio destro!
    Che deliziose varianti avete apportato a questa ricetta fantastica!!!
    mi piacciono tantissimo le olive....copierò lo spunto che mi avete dato!!!

    a presto....vi penso sempre

    RispondiElimina
  7. Anche a me i peperoni iace sempre cuocerli prima sono più digeribili e poi nel sughetto rilasciano tutto il loro sapore, bellissima la tua versione.
    Buone vacanze e a settembre.

    RispondiElimina
  8. Quella di cuocere al forno i peperoni e togliere la pelle è stata un' ottima idea!! Poi adoro le olive taggiasche! Brava e buone vacanze
    P.s. Ottimo il consiglio del tuo braccio destro circa il sale

    RispondiElimina
  9. fantastica versione, dai peperoni pelati..una libidine, all'aglio rosso ...che non è da tutti, senza parlare del pollo ruspante...ed io che pensavo non ci fossero più... be diciamo che mi invito a pranzo... :)
    un bacione grande e buone vacanze di cuore!

    RispondiElimina
  10. quanto mi stuzzica questa versione con il prosecco e le olive taggiasche! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Ottima versione e avendo usato un pollo ruspante di certo golosisisma

    RispondiElimina
  12. Che goduria il pollo ruspante, magari se ne potessi trovare uno! Buonissima la tua versione cara Vittoria, il profumino ha varcato la confine ed è arrivato fin qui!
    Buone vacanze e alla prossima!

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutte per essere passate da noi.
    Quanto al pollo ruspante abbiamo la fortuna di avere qualche fattoria nelle vicinanze dove si possono ancora trovare.
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
  14. Il pollo era ruspante .. ma dopo questo piatto non lo è più! Direi che è fantastico! Questo tripudio di colori dei peperoni mette allegria!
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
  15. ciao Maria Vittoria e B.D.
    pianin pianino siamo arrivate!!
    E' un post bellissimo.
    Ci siamo divertite leggendo della gara fra papille gustative invidiose, dell'olfatto e della vista , dei versi di Fabrizi, dei peperoni ben allineati passati in forno e del gran piacere che la vostra cucina sa sempre dare.
    Un bacio e bellissime vacanze
    dalle 4 apine

    RispondiElimina
  16. Bravissima!! La variante delle olive sembra piccola ma sono sicura che ha fatto grande differenza nel gusto...da provare!
    A presto!

    RispondiElimina