domenica 14 dicembre 2014

Quanti modi di fare e rifare la Torta di miele e frutta secca

L'appuntamento di questo mese è da Donatella per preparare la Torta di miele e frutta secca (alla quale vi rimandiamo per la ricetta originale).
E' un dolce "della festa" ricco e profumato proveniente dal "quadernetto tutto ingiallito e rotto" che la nonna di Donatella utilizzava per trascrivere alcune ricette fra le quali anche questa, e ciò la rende ancor più saporita e preziosa.
Avevamo sempre acquistato il Panforte ed ora lo abbiamo cucinato, rallegrandoci ancora una volta di quanto sia importante la memoria delle semplici ricette casalinghe!
Abbiamo apportato alcune modifiche: tolto il liquore, aggiunto il succo di una clementina, un poco di nocciole, diminuito la dose di zucchero usando il nostro vanigliato sia di canna che semolato (dose che comunque ridurremo ulteriormente), messo il pisto, ed infine abbiamo usato il miele degli apicoltori vicini che può essere sostituto, per la versione vegana, con malto di riso, d'orzo o con una marmellata di agrumi o fichi. 
Mettiamo nel nostro cassettino la ricetta dello zucchero a velo bucaneve suggeritaci da Donatella perchè per ora abbiamo preferito usare il normale zucchero a velo.

Ingredienti per due torte di 20 cm:
  • 125 g di mandorle non pelate
  •   70 g  di noci 
  •   30 g di nocciole
  •   50 g di arancio candito
  •   50 g di cedro candito
  • 250 g di miele millefiori della Val Ossola  (per la versione vegana stessa quantità di malto d'orzo, di riso o di marmellata di agrumi o fichi)
  • 100 g di zucchero di canna vanigliato home made
  •   50 g di zucchero semolato vanigliato  home made
  •     1 limone non trattato per usare succo e buccia
  •     1 clementina
  •     1 bustina di pisto e 1/2 cucchiaino di cannella (in totale circa 6g di spezie)
  • 250 g del nostro mix per dolci (farina, fecola, amido di mais o frumento)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  •     1 pizzico di sale
  • zucchero a velo per decorare
Procedimento:
Abbiamo tritato grossolanamente a coltello la frutta secca, gratuggiato la buccia del limone e lo abbiamo spremuto. Abbiamo spremuto anche la clementina e riscaldato il miele che, non appena ha raggiunto il bollore, è stato versato nella ciotola con tutti gli ingredienti secchi



Abbiamo aggiunto anche il succo degli agrumi, mescolato velocemente con un cucchiaio di legno,
diviso e pareggiato l'impasto in due tortiere ricoperte di carta forno. Abbiamo infornato nel forno già caldo a 170° per 30 minuti circa controllando la cottura sino a raggiungere un "bel colorito".
Sfornato dopo averlo lasciato raffreddare, lo abbiamo tolto dalla teglia e la nostra resistenza è durata poco...che bontà!!!
Buon appetito!
Col passare delle ore, i profumi e gli aromi consolidano la loro intesa per permetterci di gustare un dolce fantastico, servito sulla tavola apparecchiata a festa con tovaglie e stoviglie che riscaldano il cuore per le persone ed i ricordi a cui sono collegate, e così una fetta di dolce è davvero speciale!
Un grazie a Donatella per averci ospitati nella sua cucina ed aver condiviso con noi la ricetta di questo ottimo Panforte che per semplicità e sapore sarà fatto e rifatto.
Grazie ad Anna, Ornella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per l'11/01/2015 alle ore 9,00; voleremo tutte in Giappone da Anna per preparare una squisitezza: gli Onigiri.
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci
A U G U R I
di un sereno Natale e felice anno nuovo!

12 commenti:

  1. Carissimi Maria Vittoria e Braccio Destro, buona domenica e ben ritrovati!
    Natale sta arrivando e si sente ovunque... specialmente nelle nostre cucine riscaldate dal tepore dei forni accesi e dal soave profumo dei dolci!
    Dolci che, come quello di oggi, amiamo tanto preparare per le feste: il panforte o torta di miele e frutta secca.
    Anna e Ornella vi ringraziano di cuore per questa vostra stupenda versione che oggi ha deliziato la tavola della nostra Cuochina!

    Ci ritroveremo l'11 gennaio 2015, vi aspettiamo!!
    Faremo un lungo e divertente viaggio sino in Giappone per preparare insieme gli Onigiri della nostra Cuochina Anna.

    Buone feste a voi due e famiglia
    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Bellissima anche questa versione! Complimenti!!!
    Ne approfitto per farti i miei migliori auguri per questo Santo Natale!

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che meraviglia...e poi con tutti quei suggerimenti avete fatto della torta di mia nonna un dolce veramente per tutti i gusti.
    Un grosso grazie e un abbraccione e tanti auguri di Buone Feste

    RispondiElimina
  4. Ciao Vittoria, anche la tua versione è super golosa! Anche io ho diminuito la dose dello zucchero, eppure la torta non ha perso nulla in bontà.
    Tanti cari auguri per un Natale sereno a te e a tutta la tua famiglia!!!!

    RispondiElimina
  5. Che interessante versione...quasi quasi la rifarei con le vostre modifiche...sembrano azzeccatissime!!!
    Tantissimi auguri per queste feste!!!

    RispondiElimina
  6. Bellissima interpretazione Vittoria! Buone feste anche a te, un bacione :)

    RispondiElimina
  7. ciao Maria Vittoria e B.D,
    è sempre un arricchimento leggere i vostri post, dove non manca mai
    un ingrediente prezioso: l'emozione!
    Ecco allora il quadernetto tutto ingiallito e rotto" , i profumi e gli aromi consolidano la loro intesa, tavola apparecchiata a festa , persone e ricordi a cui sono collegate, e così una fetta di dolce è davvero speciale!
    E la vostra torta di miele e frutta secca è davvero speciale!
    Complimenti e cari auguri per tutto.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  8. bello e goloso il tuo dolce! Buone feste, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Anch'io ho aggiunto le nocciole. Molto buono questo dolce.

    RispondiElimina
  10. Bellissima la tua versione!!!! devo provare anch'io con le nocciole, tanto la rifaccio :-)
    Complimenti!!!!
    Carissimi auguri di un sereno Natale a te e alla tua famiglia!!!!
    A presto ....

    RispondiElimina
  11. Buona questa versione noccioloso, da me le nocciole non mancano mai! Auguroni di Buone feste
    Terry

    RispondiElimina
  12. Visto che la frutta fresca non la mangio, per Natale preparo questa tua ricetta e così farò contenta anche mia moglie. Contraccambio i tuoi sentiti auguri.

    RispondiElimina