domenica 14 settembre 2014

Quanti modi di fare e rifare la Zuppa Lombarda

L'appuntamento di questo mese è da Elena per preparare la Zuppa Lombarda (alla quale vi rimandiamo per la ricetta originale).
Elena ci racconta la storia dolcissima di questa zuppa, preparata dalla nonna Fosca alla sua mamma, una storia che avvolge il cuore ed esalta il sapore di questo piatto pieno di ricordi, arricchito da gustosi legumi offerti generosamente dalla nostra terra e dal pane, in ogni tempo fedele compagno dell'umanità.
Abbiamo apportato poche modifiche alla ricetta di Elena scegliendo di non usare la pentola a pressione per poterci deliziare della sua lenta ed odorosa cottura, abbiamo goduto della fragranza del pane tostato che si è unita al profumo aromatico ed avvolgente sprigionato dalla zuppa facendoci così pregustare la bontà di questo piatto colmo di amore.

Ingredienti per 3 persone:
  • 400 g di fagioli secchi cannellini (italianissimi)
  • 1 1/2 L. di acqua
  • 1 rametto di rosmarino, 4 foglie di salvia, un mazzetto di prezzemolo dei nostri vasi (cresciuti un poco nonostante il maltempo...)
  • 1 spicchio di aglio piacentino
  • 2 carote
  • sedano
  • olio evo ligure
  • sale dolce di Cervia
  • pepe nero
  • 3-4 fette di pane di semola di grano duro (le ricette del pane si trovano qui)
Procedimento:
Abbiamo messo i fagioli in ammollo la sera prima e la mattina successiva li abbiamo scolati e sciacquati











In una pentola capiente abbiamo rosolato in un poco di olio evo l'aglio con rosmarino e salvia, saltato i fagioli scolati, aggiunto circa 1 litro e 1/2 di acqua, carote, sedano, portato ad ebollizione e cotto a fuoco dolce per circa 1 ora e 1/2 mentre un profumo delizioso si diffondeva nell'aria
Abbiamo tostato il pane, da un paio di fette abbiamo ricavato dei crostini e un paio le abbiamo tagliate a metà. 
Abbiamo frullato una parte della zuppa regolato di sale, pepe, spolverato con un poco di prezzemolo e condito con un filo di  olio evo. 


Abbiamo scodellato la nostra zuppa, unito il pane tostato, annaffiato con del buon vino rosso e... che bontà!
Perfetto è il pane tostato strofinato con aglio e olio, se se ne apprezza il gusto, buon appetito!
Grazie ad Elena per averci ospitato nella sua cucina ed averci fatto conoscere questa zuppa lombarda che, da lombardi, non conoscevamo.
Grazie ad Anna, Ornella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 12/10/2014 alle ore 9,00 da Paola per preparare Sos Pabassinos
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno a trovarci!