domenica 13 marzo 2016

Quanti modi di fare e rifare lo Tsoureki di Pasqua

L'appuntamento di questo mese è da Marina per preparare insieme lo Tsoureki di Pasqua (alla quale vi rimandiamo per la ricetta originale).
Abbiamo conosciuto la nonna Andromaca col suo mitico ricettario (che vediamo nella foto di Marina) in occasione della Vassilopita per il nuovo anno, ed anche ora, per la Pasqua abbiamo sperimentato e gustato un dolce "spaziale".
Non avevamo alcuni degli ingredienti originali ma, nello spirito dei Quanti modi di fare e rifare, abbiamo usato ciò che avevamo a disposizione e, seppur diversi dall'originale, i nostri tsoureika a nostro parere erano strepitosi; l'impasto, liscio e setoso, grazie anche alla lunga lievitazione, si è mantenuto morbido per diversi giorni e gli aromi hanno raggiunto pienezza di profumi e sapori, sicuramente un dolce da rifare, grazie Marina!

Ingredienti per 3 tsoureika da circa 390 g ciascuno:
  • 350 g di farina 0 bio + 50 g per la spianatoia
  • 150 g di farina tipo 2 bio
  • 200 g di licoluva 
  • 100 g di zucchero vanigliato home made ( 60 semolato extrafine + 40 g di canna extrafine)
  •   30 g di miele di eucalipto
  • 100 g di burro dell'Emilia
  •   30 g di latte
  •   35 g di infuso d'anice
  •     3 g di sale dolce di Cervia
  •     3 uova bio
  •     2 amaretti morbidi di Sassello sbriciolati
  •     2 capsule di cardamomo bianco
  •     1 cucchiaino di semi di anice 
  • Per la glassa: mescolare 1 uovo, un cucchiaino di zucchero a velo, 1 cucchiaio di acqua
  • Finitura: cospargere con mandorle a lamelle e granella di zucchero
Procedimento:
Abbiamo rinfrescato licoluva 3 volte per averlo bello attivo, preparato l'infuso di anice, tolto le uova ed il burro dal frigorifero. Alle 12,30 abbiamo messo nella planetaria  licoluva, miele, l'infuso di anice, il latte, le uova sbattute con lo zucchero ed iniziato ad impastare aggiungendo gradatamente le due farine, gli amaretti, ed il cardamomo pestato. Abbiamo aggiunto il burro morbido un pezzetto alla volta e per ultimo il sale.
Abbiamo ben  ben lavorato l'impasto e dopo l'incordatura lo abbiamo trasferito sul piano di lavoro, fatto un giro di pieghe e formato una palla che abbiamo messo a lievitare in una ciotola coperta ed unta di burro sino alle 19,00 quando l'abbiamo messa in frigorifero.

Alla mattina successiva abbiamo tolto l'impasto dal frigorifero, lo abbiamo lasciato a temperatura ambiente dopo averlo pesato lo abbiamo diviso in tre parti ed abbiamo formato gli tsoureika
ciascuna parte l'abbiamo divisa in tre filoncini di pari peso (circa 130g) e formato tre trecce che abbiamo disposto sulla teglia ricoperta di carta forno, le abbiamo coperte con e lasciate lievitare per circa 2 ore e mezza.
Le abbiamo spennellate con la glassa
ricoperte con le mandorle a lamelle e granella di zucchero.
Le abbiamo infornate nel forno già caldo a 200° per 15 minuti e poi abbassato a 180° per 25 minuti.
Abbiamo sfornato, lasciato raffreddare e gustato per merenda
che bontà!
Grazie Marina per averci ospitati nella sua cucina ed aver condiviso con noi questa deliziosa ricetta.
Un grazie anche ad AnnaOrnella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 10/04/2016 alle 9,00 da Anna per preparare i panzarotti 
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui
e
BUONA PASQUA!

11 commenti:

  1. Ma quanto sono belli!!! E provo una forte invidia (benevolissima giuro :) ) leggendo che si è mantenuto morbido per diversi giorni!!! Bravissima.

    RispondiElimina
  2. Ben ritrovati cari Maria Vittoria & Braccio D.!
    Pasqua è alle porte!! E oggi, la nostra tavola festosa si tinge di primaverili colori e di meravigliosi sapori!
    Cuochina, Anna e Ornella vi ringraziano di cuore per aver condiviso con tutti noi la vostra fantastica versione dello tsoureki greco!
    Vi aspettiamo in aprile nella bellissima cucina gluten free di Anna, per preparare una squisitezza: i panzarotti!
    A presto!
    Un abbraccio

    Cuochina

    RispondiElimina
  3. Famtastiche le tue trecce,complimenti e buona Pasqua a te

    RispondiElimina
  4. Meravigliose le treccie e si vede che sono venute perfette!
    Grazie per aver provato la ricetta della mia nonna!
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  5. Come sono belli cicciotti....
    Complimenti e auguri per la prossima Pasqua! !!!!

    RispondiElimina
  6. Che belli i tuoi dolci, Vittoria! Buona pasqua anche a voi :)

    RispondiElimina
  7. Fantastici i tuoi tsoureki, bellissimi e perfetti, complimenti!
    Buona Pasqua, a presto ...

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo con te è proprio un dolce da rifare,ricco di profumi, sapori e morbidezza, bellissime le tue trecce. Buona Pasqua anche a te e famiglia.

    RispondiElimina
  9. ciao Maria Vittoria e B.D.
    sono uno spettacolo!!!
    Siete sempre molto molto bravi e
    avete una delicata attenzione per tutte le ricette
    che rifacciamo.
    Buona Pasqua e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  10. ciao,
    davvero un bel modo di augurare la Buona Pasqua che ricambio!
    Una ricetta deliziosa... :) mi sono messa tra i tuoi followers e spero vorrai ricambiare, grazie!!

    http://thatisammore.blogspot.it/
    That’s amore

    RispondiElimina
  11. Complimenti, un dolce golosissimo e meraviglioso!!!!

    RispondiElimina