domenica 8 maggio 2016

Quanti modi di fare e rifare i passatelli in brodo

L'appuntamento di questo mese è da da Susanna per preparare i passatelli in brodo emiliani (alla quale vi rimandiamo per la ricetta originale) .
Per la sicura riuscita di questo piatto, come dice Susanna, "...basta seguire la semplice ricetta della mia nonna, e non dimenticarsi di partire da materie prime di qualità" e così noi abbiamo fatto utilizzando un ottimo parmigiano ed avanzi di saporito pane sia integrale, sia di segale che di soia; abbiamo cotto i passatelli in un saporito brodo vegetale con i chiodi di garofano conficcati nella cipolla come ha sempre fatto mia nonna Rosa, che ad oggi ha 92 anni, ed infine una parte l'abbiamo gustata aggiungendo un poco di vino rosso al brodo come abitudine di mio nonno Mario; un piatto semplice e gustoso che non avevamo mai cucinato e che anche noi abbiamo imparato ad "adorare alla follia", grazie Susanna!

Ingredienti per 3-4 porzioni

Per i Passatelli:
  • 100 g di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi grattugiato finemente
  • 100 g di pane raffermo (noi abbiamo fatto un mix di pane integrale, di soia e di segale) grattugiato e setacciato
  • 2 uova bio
  • noce moscata
Per il brodo vegetale:
  • 2 carote
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla 
  • 1 patata
  • 2 chiodi di garofano
  • sale dolce di Cervia
  • 1,5 litri di acqua
  • pepe macinato da aggiungere alla fine
Procedimento:
Abbiamo preparato il brodo nella pentola a pressione mettendo l'acqua, la cipolla steccata con i chiodi di garofano, carote e sedano mondati e lavati. Portato ad ebollizione e cotto per un'ora; abbiamo regolato di sale, lasciato riposare e solo alla fine abbiamo tolto le verdure e filtrato il brodo



Abbiamo mescolato pane e parmigiano ed abbiamo unito le uova sbattute e la noce moscata


abbiamo mescolato prima con una forchetta e poi impastato con le mani umide formando una palla che abbiamo coperto e lasciato riposare per almeno un'ora


trascorsa la quale abbiamo diviso l'impasto in piccoli pezzi e, non avendo l'apposito ferro per passatelli, lo abbiamo passato nello schiacciapatate a fori larghi, facendo cadere i passatelli su un vassoio ricoperto di carta forno
abbiamo portato il brodo a leggera ebollizione e tuffato i passatelli; quando sono venuti a galla abbiamo spento e lasciato riposare per 5 minuti a pentola coperta,  servito in piatti fondi con una spolverata di pepe, che bontà!




anche con un goccio di Marzemino del Veneto, squisiti
buon appetito!
Un grazie anche ad AnnaOrnella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 12/06/2016 alle 9,00 da Silvia per preparare pane e panelle
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui e
AUGURI MAMME!!!

11 commenti:

  1. Ben ritrovati carissimi Maria Vittoria & Braccio D.!
    Oggi siamo nella generosa terra emiliana, ricca di prodotti gastronomici eccellenti e ricette fantastiche come questi Passatelli in brodo emiliani! Una preparazione semplice ma che racchiude in se, il sapore di casa, di tradizione, di amore per la buona cucina, il tutto gustato con piacere in ottima compagnia! Cuochina, Anna e Ornella, vi ringraziano di cuore per aver condiviso questa vostra golosissima versione e vi aspettano da Silvia per fare un salto in Sicilia il prossimo 12 giugno per realizzare tutti insieme: Pane e pannelle!
    Non mancare, vi aspettiamo!!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. che delizia,complimenti,io questa volta non ci sono,alla prossima,grazie bellissimo regalo floreale,buona domenica e buona festa della mamma a te

    RispondiElimina
  3. Bravissima, ti sono riusiti perfettamente...ed approvo tutte le aggiunte!!!

    RispondiElimina
  4. Cara vittoria, sono felice che vi siano piaciuti!!! Mi piace molto la tua versione con il mix di pane, che regala ai passatelli una marcia in più, anch'io li faccio spesso con il pane integrale o ai cereali. Ottima l'aggiunta di un goccio di vino rosso nel brodo, lo metteva anche mio nonno ;-)
    Grazie di cuore di aver cucinato insieme a noi!

    RispondiElimina
  5. ciao Maria Vittoria e B.D.
    un saluto a nonna Rosa e a nonno Mario..hanno "aiutato" anche loro alla buona riuscita di questa ricetta....semplicemente buonissima!
    Aspettiamo la e-mail ....diteci come personalizzare
    Maria Vittoria e B.D. può andare?.. oppure...........
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  6. Ciao Vittoria mi hai fatto ricordare che anche mio papà ogni tanto metteva il vino nel brodo, soprattutto con i ravioli. Ottimi i passatelli, vero? Un bacione a presto

    RispondiElimina
  7. Che buoni questi passatelli, sono straordinari.
    Complimenti per le ricette, il blog e le presentazioni. Siamo Mirta e Patata, e ci siamo unite al tuo blog per seguire sempre le tue creazioni.
    Un abbraccio Mirta e Patata a prestoooo

    RispondiElimina
  8. anch'io metto il chiodo di garofano nella cipolla, dà un sapore favoloso... con il vino invece non riesco proprio... li tengo separati ;)

    RispondiElimina
  9. Ma che bella la versione integrale, sfiziosissima col mix di pane! il vino nel brodo non l'ho mai assaggiato, devo provare :-)
    Buona serata, alla prossima ....

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia le dritte dei nonni... mai messo il vino nel brodo, né i chiodi di garofano nella cipolla, ma sono convinta che hanno dato un tocco magico a questo piatto semplice ma gustosissimo :)

    RispondiElimina