domenica 18 dicembre 2016

Quanti modi di... Fare Natale con la Bisciola, la Crema di Limoncello e la Pavlova

Appuntamento speciale oggi dalla Cuochina, vestita a festa, per condividere i nostri piatti natalizi e scambiarci gli auguri.
La Cuochina nel suo invito ha suggerito la preparazione ricette che sono o che vorremmo fossero nel nostro menu natalizio. 
Abbiamo colto l'occasione al volo ed abbiamo preparato un dolce buonissimo, la Bisciola valtellinese, che troviamo anche nelle nostre panetterie; questo dolce è stato nella nostra lista dei desideri a lungo, tanto che il ritaglio di giornale con la ricetta è datato nientemeno che 30/12/2011!
Grazie agli impasti base non abbiamo dovuto elaborare conversioni da lievito di birra a licoluva  perchè l'impasto base n. 5 è perfetto.
Alla Bisciola affianchiamo una deliziosa ricetta donata della suocera, nonchè nonna del Braccio Destro: la crema di limoncello che accompagna da sempre le feste in famiglia e che qui riportiamo fedelmente.
A queste due delizie uniamo una nuova arrivata nella nostra casa: la pavlova
pubblicata lo scorso anno qui  e siamo pronti a festeggiare!

PAVLOVA
Ingredienti per 8 persone
  • 4 albumi di uova bio a temperatura ambiente (125 g)
  • 250 g di zucchero semolato extrafine vanigliato home made
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 1 cucchiaino di aceto di vino bianco
  • buccia grattugiata di un limone di Sorrento non trattato
  • per la copertura: 500 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero semolato extrafine
  • frutta: kiwi, lamponi e fragole
Procedimento
Abbiamo prima passato l'interno della planetaria con uno spicchio di limone e poi montato gli albumi aggiungendo gradatamente lo zucchero e la buccia di limone (salvo due cucchiai) ed infine unito sale e aceto
Quando la meringa era ben ferma abbiamo incorporato delicatamente a mano l'amido di mais setacciato e lo zucchero rimasto. 
Sulla carta forno abbiamo evidenziato un cerchio da 21 cm di diametro, rovesciato al centro la meringa, formata la pavlova con la spatola ed 

infornato alla temperatura di 180° subito abbassata a 150° per 1 ora trascorsa la quale abbiamo spento e lasciato raffreddare la pavlova dentro al forno. Per finire abbiamo montato la panna con lo zucchero, farcito la torta e guarnito con la frutta, buonissima!
BISCIOLA
Ingredienti per 2 Bisciole da 460 g
  • 200 g di farina 0 (di forza)
  •   50 g di farina di segale
  • 100 g di licoluva (il nostro lievito naturale il coltura liquida) 
  •   75 ml di latte intero
  •   60 g di burro
  •   45 g di zucchero semolato extrafine
  •     3 g di miele (abbiamo sostituito il malto)
  •      1 uovo bio
  •     ½ cucchiaino di sale
  • Frutta secca: 100 g di fichi - 50 g di uvetta - 60 g di noci sbucciate - 60 g di nocciole sbucciate - 30 g di pinoli
  • buccia grattugiata di mezzo limone di Sorrento
  • un cucchiaio di Boukha (acquavite di fichi tunisina)
  • 1 bicchiere di acqua 
  • 2 cucchiai di acqua e 1 di miele d'acacia per lucidare
Procedimento:
Abbiamo rinfrescato licoluva 2 volte e sostituito il terzo rinfresco con un preimpasto.
Alle 7,30 abbiamo mescolato 100 g di licoluva con 100 g di farina 0, 75 ml di latte e 15 g di zucchero nel boccale della planetaria, mescolato  coperto e lasciato lievitare sino alle 13,45 quando abbiamo unito l'uovo sbattuto, il miele, 30 g di zucchero, gradatamente le farine ed il burro morbido lavorando bene, sino ad incordatura

abbiamo tagliato grossolanamente la frutta secca, ammollato i fichi e l'uvetta in acqua e Boukha e, dopo averla sgocciolata, abbiamo unito tutta la frutta secca all'impasto incorporando infine il sale




tolto l'impasto dalla planetaria abbiamo fatto un paio di giri di pieghe, formato una palla che abbiamo messo a lievitare in una ciotola unta di burro sino a che è più raddoppiato (le 23 circa)




abbiamo foderato due tortiere da 18 cm, diviso l'impasto in due, coperto e lasciato lievitare sino al mattino alle 7,00 quando delicatamente abbiamo tolto le bisciole dagli stampi, le abbiamo adagiate sulla placca,



incise a croce e cotte nel forno già caldo a 220° con una ciotola di acqua per i primi 10 minuti, tolto l'acqua e abbassato a 200 per 10 minuti ed infine per 15 minuti a 180° coprendo le Bisciole con un foglio di alluminio. Sfornate e lucidate con acqua e miele intiepiditi, deliziose!
CREMA DI LIMONCELLO
Ingredienti per circa 3 litri di crema di limoncello
  • 1 l di alcool a 95°
  • 2 l di latte fresco intero
  • 2 kg di zucchero extrafine 
  • 1 bacca di vaniglia
  • 14 limoni di Sorrento non trattati
Procedimento:
I lavori per la crema di limoncello iniziano presto con la "raccolta" delle bottiglie che serviranno per custodire il delizioso liquido e poi, almeno un mese prima di Natale, si inizia con la preparazione del liquore, dati i necessari tempi minimi di macerazione e riposo.
Come già detto questa è la ricetta collaudata della suocera che ormai da molti anni è sulla nostra tavola delle feste e che seguiamo pedissequamente.
Innanzitutto laviamo accuratamente i limoni, li sbucciamo facendo attenzione a non prendere la parte bianca, tagliamo a listarelle sottili la buccia che mettiamo a macerare nell'alcool, in un vaso pulito e disinfettato, in un luogo fresco e lontano dalla luce.
Lasciamo riposare per almeno 15 giorni e poi filtriamo l'alcool togliendo la scorza dei limoni.
Portiamo a bollore il latte con la bacca di vaniglia, uniamo lo zucchero mescolando bene, lasciamo raffreddare, togliamo la bacca di vaniglia ed incorporiamo l'alcool filtrato, lentamente ed ancora mescolando bene.
Filtriamo nuovamente ed imbottigliamo nelle bottiglie pulite e disinfettate.
Riponiamo in freezer e dopo almeno altri 15 giorni ecco pronta la crema di limoncello, che, per questa occasione, gustiamo con la Bisciola e la Pavlova
tutto squisito, buon appetito!
Ringraziamo AnnaOrnella e la Cuochina per il loro lavoro e, a tutti coloro che passeranno di qui, porgiamo gli auguri di 
buon Natale e sereno anno nuovo!
La Bisciola fatta con l'impasto base n. 5 la riponiamo nella madia dei lievitati della Cuochina

7 commenti:

  1. Buona domenica cari Maria Vittoria e Braccio D.…!
    Che delizioso profumino che c'è in cucina..
    ma son tutte leccornie per me, la Cuochina??
    Non so che dire, solo ringraziare tutti
    per la magia dell'amicizia che ogni anno regala i suoi frutti.
    Quanta felicità, spensieratezza e complicità
    nella nostra, piccola, meravigliosa, virtuale realtà!
    Grazie, sinceramente vi auguro di cuore,
    un sereno Natale impregnato d'amore!
    E l'anno nuovo ci ritrovi, sempre qui, in allegra compagnia,
    con tanta, tanta salute, fortuna, benessere e così via..

    Buon Natale!! Buon Anno!
    Un abbraccio grande
    la Vostra Cuochina,
    Anna e Ornella

    RispondiElimina
  2. Bene...io gradisco veramente tutto e non saprei indicare una preferenza...
    Tantissimi auguri per queste feste a te ed al tuo BD!!

    RispondiElimina
  3. che delizia,la bisciola mai mangiata,da fare,grazie cara,felice domenica e buone feste

    RispondiElimina
  4. Mamma mia quante bontà complimenti a tutti.
    Buon Natale.

    RispondiElimina
  5. Quante meravigliose proposte! una più bella dell'altra, prendo un pezzetto di bisciola e mi preparo a rifarla :-)
    Auguri di un sereno Natale.

    RispondiElimina
  6. ciao Maria Vittoria e B.D.
    il profumo e la buccia dei limoni di Sorrento che unisce le tre ricette già ci fa dire OHHHH!
    Tre ricette bellissime da "rubarvi" e festeggiare con voi le prossime feste.
    Carissimi auguri e
    un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  7. Tantissimi auguri carissimi, qui c'è un tale tripudio di dolci che non so da dove cominciare!!! Vi abbraccio a presto :)

    RispondiElimina