domenica 10 gennaio 2016

Quanti modi di fare e rifare le Chiacchere salate

Il primo appuntamento di questo nuovo anno dei Quanti modi di fare e rifare è da Paola per preparare le Chiacchere salate.
Come molte proposte della Cuochina per noi sono state una novità che, grazie a lei, abbiamo potuto sperimentare.
E' una ricetta sfiziosa gustata con piacere, l'abbiamo personalizzata in base alla disponibilità in dispensa ed ai nostri gusti: al parmigiano abbiamo preferito del formaggio cremoso per ottenere un sapore più delicato, per l'impasto abbiamo fatto un mix fra le nostre farine ed abbiamo usato il nostro lievito bio che, sebbene per dolci, è perfetto anche nelle preparazioni salate.
Quanto alla cottura abbiamo preferito la classica frittura in olio di mais, il risultato finale è stato buonissimo!

Ingredienti per 400 g di chiacchere:
  • 250 g di farina (150 g di farina 00 - 50 g di farina 0 - 50 g di farina integrale) 
  •   80 g di formaggio cremoso 
  •   40 g di birra
  •   15 g di olio di mais
  •     2 g di sale
  •     1 uovo bio
  •     1 cucchiaino di lievito bio per dolci
  • Per la frittura: 1/2 litro di olio di mais
  • Una spolverata di sale a frittura teminata
  • Da gustare con: salmone affumicato, formaggi freschi e stagionati, olive, sottaceti, verdure sottolio, umeboshi
Procedimento:


In una ciotola abbiamo messo le farine ed al centro l'uovo, il formaggio, il sale, il lievito, l'olio, la birra ed impastato velocemente. 






Trasferito l'impasto sul piano di lavoro abbiamo lavorato sino a renderlo liscio e formato una palla che abbiamo riposto nella ciotola; lo abbiamo coperto e lasciato riposare per mezz'ora trascorsa la quale


abbiamo diviso l'impasto in due parti, lo abbiamo steso sottile col mattarello,




tagliato con la rotella in rettangoli, fatto due tagli centrali, adagiato su di un telo di cotone e coperto perchè non asciugasse






Abbiamo scaldato l'olio e tuffato le nostre chiacchere, che abbiamo girato velocemente.
Le abbiamo prima scolate dall'olio in eccesso in un colino d'acciaio 





e poi messe su un vassoio ricoperto di carta assorbente e spolverate con un pizzico di sale

Eccole pronte per accompagnare un secondo piatto oppure per diventare un gustoso aperitivo con salmone affumicato e prelibate umeboshi arrivate da lontano...squisite,
buon appetito!
Grazie a Paola per averci ospitati nella sua cucina ed aver condiviso con noi questa deliziosa ricetta.
Un grazie anche ad AnnaOrnella e alla Cuochina per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 14/02/2016 alle 9,00 da Anisja per preparare le graffette di patate.
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui!