domenica 12 febbraio 2017

Quanti modi di fare e rifare la Cicerchiata

L'appuntamento di questo mese con la cucina regionale proposta dalla Cuochina è in Abruzzo-Molise per gustare un buonissimo dolce di Carnevale la Cicerchiata (vi rimandiamo alla Cuochina per la ricetta originale ed il passo passo)
Non avevamo mai assaggiato la Cicerchiata e, sebbene l'aspetto sia simile ai deliziosi Struffoli che ogni anno allietano le nostre feste natalizie, l'impasto degli Struffoli della suocera nonché nonna è diverso da quello della Cicerchiata della Cuochina e così questo dolce, dall'aspetto familiare ma dal sapore diverso, è stata una piacevole sorpresa da gustare sino all'ultima pallina!
Nella nostra versione abbiamo unito il cacao ad una parte dell'impasto, aggiunto un poco di zucchero, una puntina di lievito, un pizzico di sale dolce di Cervia che nei dolci ci sta sempre bene, dato un tocco esotico con la papaia candita e rifinito con gli allegri "diavulilli" ovvero gli zuccherini colorati: il risultato? Cicerchiata buonissima!!!

Ingredienti per 4 persone
  • 100 g del nostro mix per torte (come spiegato qui misceliamo 350 g di farina 00 - 100 g di amido di mais o di frumento - 50 g di fecola di patate e mettiamo in un vaso pronto per i nostri dolci)
  • 1 uovo bio
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva abruzzese
  • 1 cucchiaio di liquore d'anice
  • la buccia grattugiata di mezzo limone di Sorrento (non trattato)
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato 
  • la punta di un cucchiaino di lievito per dolci bio
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 1 pizzico di sale dolce di Cervia
  • 40 g di mandorle già pelate
  • 30 g di frutta candita mista: arancia, cedro e papaia
  • 150 g di miele millefiori della Valtellina
  • diavulilli (zuccherini colorati)
  • olio per friggere
Procedimento:
In una ciotola abbiamo sbattuto l'uovo, unito l'olio, il liquore d'anice, la buccia di limone grattugiata, lo zucchero ed il pizzico di sale. Abbiamo incorporato gradatamente la farina ed il lievito, diviso l'impasto prelevandone un terzo a cui abbiamo aggiunto il cacao. 
Abbiamo ottenuto due impasti morbidi ma lavorabili con i quali 


abbiamo realizzato dei bastoncini sottili che abbiamo tagliato a piccolissimi pezzi (meno di un cm).
Abbiamo formato con attenzione delle piccole palline arrotolandoli nei palmi delle mani




abbiamo portato a temperatura l'olio e vi abbiamo fritto le palline sino a doratura
Le abbiamo ben scolate ed asciugate dall'olio.
Abbiamo tagliato a filetti le mandorle a piccoli pezzi i canditi e sciolto il miele in una pentola capiente.
Tolta la pentola dal fuoco abbiamo tuffato nel miele le palline fritte, i canditi le mandorle, i confettini colorati mescolando rapidamente e con accuratezza.


Abbiamo formato una ciambella aiutandoci con un bicchiere che abbiamo tolto a completo raffreddamento del miele e ... la merenda è pronta
ottimi,
buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per averci ospitato nella sua cucina ed averci insegnato una squisita ricetta regionale.
Un grazie ad Anna ed Ornella per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 12/03/2017 alle ore 9,00 per gustare insieme il Gulasch di manzo (Rindsgulasch)
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui! 

12 commenti:

  1. Buongiorno carissimi!
    Che allegria il carnevale, vero? Se poi ci aggiungiamo anche la Cicerchiata, leccornia fritta di questo periodo..... è il massimo! Cuochina, Anna e Ornella vi ringraziano per la vostra golosissima versione!!
    Il prossimo appuntamento con l’allegra cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà il 12 marzo con un’ottima ricetta regionale altoatesina: il Gulasch di manzo (Rindsgulasch)
    Noi non vediamo l’ora di prepararlo, e voi?

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Bellissima!
    Deve essere squisita!
    Ho appena scoperto il tuo bellissimo blog e mi sono immediatamente unita ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Cacao nell'impasto... mamma mia che goduria!!! Mi sa che copio l'idea visto che di cioccolato io vivrei! Bellissima versione, come sempre ♥♥♥

    RispondiElimina
  4. bellissime le palline a due colori! complimenti per queste versioni bicolor!!! un bacione!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia questa cicarchiata bicolor! Complimenti e bacioni, alla prossima

    RispondiElimina
  6. Che idea carina fare le pallette con due impasti diversi...hai aggiunto un pizzico di cratività davvero particolare...
    A presto!!!

    RispondiElimina
  7. Che golosa variante con le palline al cacao!
    Sempre bravissimi!

    RispondiElimina
  8. ciao M.Vittoria e B.D.
    che profumo in questa cucina!!
    Bellissima idea l'impasto con il cacao, il tocco esotico della papaia candita e la nota di colore
    con i diavulilli!!
    Che meraviglia.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  9. Che bell'idea il cacao nell'impasto, come è golosa la vostra cicerchiata con questi canditi particolari, coloratissima con i diavulilli, li ho usati anch'io :-)
    Bellissima versione, complimenti!

    RispondiElimina
  10. ciao M.Vittoria passo solo ora da te e vedo una cicerchiata favolosa ricca di profumi e colori è davvero inviante. Complimenti.

    RispondiElimina
  11. Certo che voi amiche di "Quanti modi di fare e rifare..." vi state superando a vicenda. ottime varianti ed un caro saluto.

    RispondiElimina
  12. Complimenti per il tuo bellissimo blog! Ti seguo!
    Se ti va di ricambiare passa da me:
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina