domenica 14 maggio 2017

Quanti modi di fare e rifare i Tranci di pesce alla romagnola

L'appuntamento di questo mese con la cucina regionale della Cuochina è in Emilia Romagna, una splendida regione dove abbiamo passato tante bellissime vacanze, per gustare un piatto delizioso: i tranci di pesce alla romagnola (vi rimandiamo alla Cuochina per la ricetta originale ed il passo-passo).
Questa è una ricetta semplice, perfetta per arricchire qualunque tipo di pesce, che noi abbiamo preparato senza forno perché il nostro, dopo 31 anni di onorato servizio, anni in cui ha sfornato per noi tanti piatti, anni in cui ha partecipato ai nostri esperimenti condividendo i nostri fallimenti ed i nostri successi, dal primo pane e prime torte mal riuscite passando per primi e secondi deliziosi, sino ad arrivare a dolci squisiti e pane croccante e gustoso sino alle ultime Pastiere di questa Pasqua, ha smesso di funzionare. 
Siamo grati per il lavoro che ha svolto per noi in tutto questo tempo ed in attesa di sostituirlo, nel perfetto spirito dei Quanti modi di fare e rifare, abbiamo pensato ad un modo alternativo per la cottura e gratinatura dei tranci di pesce che si è rivelato perfetto nonché pratico e veloce.
I tranci di pesce così cucinati li abbiamo rifatti più volte,  e qui ne presentiamo due rielaborazioni: una nella versione proposta dalla Cuochina, completata da un gustosissimo e piccantissimo olio al peperoncino ricevuto in regalo dalla zia Carmen, e la seconda con l'aggiunta delle nostre erbe aromatiche ed un mix di diverse varietà di pepe trovato al negozio sotto casa: sempre ottimi da fare e rifare!

Ingredienti per 3 porzioni nella versione con olio al peperoncino di zia Carmen:
  • 6 tranci di nasello
  • farina qb
  • 2 tuorli di uovo sodo bio
  • 3 cucchiai di pangrattato integrale 
  • succo di 1 limone di Sicilia
  • scorza grattugiata di limone non trattato (circa 1/3)
  • prezzemolo
  • olio evo Ligure
  • sale dolce di Cervia
  • pepe nero
  • olio al peperoncino
Ingredienti per 3 porzioni nella versione con erbe aromatiche e fantasia di pepe:
  • 4 tranci di merluzzo
  • farina qb
  • 2 tuorli di uovo sodo bio
  • 3 cucchiai di pangrattato integrale
  • succo di 1 limone di Sicilia
  • scorza grattugiata di limone non trattato (circa 1/3)
  • prezzemolo - rosmarino - salvia - timo (questi ultimi dei nostri vasi)
  • 2 cucchiaini di gomasio
  • olio evo ligure
  • sale delle Alpi
  • fantasia di pepe (pepe nero, pepe bianco, pepe verde, bacche rosa)
Procedimento per entrambe le versioni


Abbiamo lavato ed asciugato il pesce, lo abbiamo infarinato e cotto in poco olio evo in una padella antiaderente per 10 minuti 




Abbiamo tritato nel mixer il pane con i tuorli, il prezzemolo, le erbe aromatiche, aggiunto il gomasio regolato di sale e pepe e saltato la miscela ottenuta in una padella antiaderente sino ad una leggera tostatura



con questo mix abbiamo cosparso i tranci di pesce, terminato la cottura per altri 5 minuti circa, completato con il succo di limone e, nella prima versione, con qualche goccia di olio al peperoncino, nella seconda con fantasia di pepe... squisiti
buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per averci ospitati nella sua cucina ed averci insegnato una deliziosa ricetta regionale!
Il prossimo appuntamento è per l'11/06/2017 alle 9,00 per preparare insieme gli Gnochi con la fioreta
un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui e...
Auguri a tutte le mamme!