domenica 12 novembre 2017

Quanti modi di fare e rifare i Culingionis de patata

L'appuntamento di questo mese con la cucina regionale della Cuochina è in Sardegna per preparare i Culingionis de patata (vi rimandiamo alla Cuochina per la ricetta originale ed il passo passo)
Si tratta di un primo piatto gustoso e semplice: una leggera sfoglia di pasta fatta di sola farina, acqua, olio e sale che racchiude un soffice ripieno di patate vivacizzato dalla menta ed armonizzato dal formaggio e dalle spezie dando così vita ad un binomio eccezionale!
Non li avevamo mai mangiati e, come sempre, ringraziamo la Cuochina per questa meravigliosa iniziativa dei Quanti modi di fare e rifare che ci permette di gustare piatti deliziosi e, non ultimo, di dedicare un poco di tempo al nostro piccolo blog-ricettario che pian piano si sta colmando di ricette per noi preziose ricche di sapori e di ricordi.
Abbiamo apportato alcune modifiche adatte al nostro gusto, così abbiamo omesso l'aglio nel ripieno, aggiunto un rametto del nostro profumato prezzemolo che quest'anno è cresciuto rigoglioso, abbiamo usato i funghi nel condimento perché profumano d'autunno e  con le patate il sodalizio è perfetto ed infine abbiamo un poco "lombardizzato" il piatto usando grana al posto del pecorino; che dire una ricetta squisita da fare e rifare!
Questo piatto ci vede anche salutare il nostro piano cottura che abbiamo dovuto sostituire per motivi di sicurezza, e che ha condiviso tanta parte della nostra vita: ben 31 anni fra piatti allegri e pappe, tentativi a volte malriusciti e tanti successi un lavoro egregio del quale siamo grati.
Abbiamo preparato i Culingionis de patata un sabato mattina di fine ottobre quando il sole mattutino pareva pallido e si respirava un poco di autunno e, sfruttando ogni minuto mentre si tirava la sfoglia, si riempiva e sigillava il ripieno il Braccio Destro mi raccontava di formule e concetti matematici a me ignoti e incomprensibili; il sole si è poi riscaldato e, domenica, abbiamo goduto di un tramonto eccezionale col cielo dipinto da mano d'Artista.
Ingredienti per 4 porzioni abbondanti:
  • Per la pasta:
  • 300 g di farina 00 bio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 250 g di acqua tiepida
  • un pizzico di sale dolce di Cervia
  • Per il ripieno
  • 670 g di patate rosse emiliane
  • 2 foglie di menta del nostro vaso
  • 1 rametto di prezzemolo del nostro vaso
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • noce moscata
  • sale 
  • mix di pepi (nero, verde, bianco e bacche rosa)
  • 50 g di grana padano grattugiato
  • Per il sugo
  • 200 g di funghi prataioli coltivati
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • sale dolce di Cervia
  • passata di pomodoro
  • 1 piccolo peperoncino rosso piccante essiccato
  • basilico del nostro vaso
Procedimento:

Abbiamo impastato la farina con olio, acqua e sale e lavorato sino ad ottenere un impasto liscio e adatto per la sfoglia. Abbiamo formato una palla, avvolto nella pellicola e lasciato riposare per almeno mezz'ora.



Abbiamo cotto al vapore le patate con la buccia, schiacciate con lo schiacciapatate ed aggiunto menta e prezzemolo tritati, sale, mix di pepi, noce moscata, olio e grana. Abbiamo ben amalgamato e lasciato raffreddare.



  
Abbiamo tirato la sfoglia sottile, ricavato dischetti di 6 cm di diametro, messo al centro una noce di  ripieno 






e chiuso a mezzaluna sigillando bene i bordi.





In una padella abbiamo rosolato lo spicchio d'aglio, aggiunto i funghi mondati e tagliati a pezzetti e cotto per circa dieci minuti, tolto l'aglio, aggiunto la passata di pomodoro, aggiustato di sale ed a termine cottura abbiamo aggiunto un piccolo peperoncino rosso ed il basilico






abbiamo lessato i culingionis in acqua bollente salata per 7 minuti, conditi con il sugo di funghi e... pronto in tavola, squisiti,







Buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per averci ospitati nella sua cucina ed averci insegnato una deliziosa ricetta regionale.
Il prossimo appuntamento è per il 10/12/2017 alle ore 9,00 per gustare insieme lo Zelten Trentino a lunga lievitazione.
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui!

7 commenti:

  1. Buona domenica cari Maria Vittoria e Braccio D.!
    Ci avviciniamo alla fine dell'anno pensando a cosa mettere in tavola in quel periodo. Ed oggi abbiamo preparato qualcosa che ci sta a meraviglia nel menù di quelle feste: i Culingionis de Patata, l'ottima pasta ripiena sarda. Cuochina, Anna e Ornella vi ringraziano per la vostra splendida versione!!

    Il prossimo appuntamento con la nostra cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà il 10 dicembre con l'ultima delle ricette regionali del Menù 2017, lo Zelten Trentino a lunga lievitazione

    Vi aspettiamo!
    Un abbraccio

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Magnifico tramonto che Van Gogh avrebbe sicuramente immortalato col suo inconfondibile tratto... e buonissimi culingionis, neanch'io li conoscevo e me ne sono innamorata! Credo che le piccole variazioni che avete apportato abbiano reso migliore al palato dei vostri commensali questo piatto, vi dico solo che neanche io adoro l'aglio crudo ma sminuzzato e sposato agli altri ingredienti li ha profumati senza disturbare.

    Vittoria dici al tuo Braccio Destro se trasmette un po' della sua voglia di imparare alle mie figlie che adorano la mia cucina solo quando è tutto pronto???
    Buona domenica ad entrambe ❤

    RispondiElimina
  3. Una versione da provare...il tuo piano cottura sarà felice di essere entrato in casa tua...l'aspettano anni di golosità...
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. deliziosa questa pasta ripiena e quel tramonto lo ricordo eccome! aveva un che di magico! a presto!

    RispondiElimina
  5. Ottima versione con il sugo di funghi e bravissimo come sempre il tuo Braccio destro. Anche noi abbiamo ammiato albe e tramonti nel mese d'ottobre veramente strepitosi. Buon Avvento cara anche a te e famiglia.

    RispondiElimina
  6. Wauuuu Maria Vittoria piatto ricco sicuramente gustosissimo gam Guam 😘😋

    RispondiElimina
  7. ciao Maria V. e B.D.
    tante emozioni belle nel vostro post..oltre al profumo dei vostri Culingionis de patata,
    ma
    "sfruttando ogni minuto il Braccio Destro mi raccontava di formule e concetti matematici a me ignoti".... momenti preziosi e indimenticabili.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina