domenica 12 febbraio 2017

Quanti modi di fare e rifare la Cicerchiata

L'appuntamento di questo mese con la cucina regionale proposta dalla Cuochina è in Abruzzo-Molise per gustare un buonissimo dolce di Carnevale la Cicerchiata (vi rimandiamo alla Cuochina per la ricetta originale ed il passo passo)
Non avevamo mai assaggiato la Cicerchiata e, sebbene l'aspetto sia simile ai deliziosi Struffoli che ogni anno allietano le nostre feste natalizie, l'impasto degli Struffoli della suocera nonché nonna è diverso da quello della Cicerchiata della Cuochina e così questo dolce, dall'aspetto familiare ma dal sapore diverso, è stata una piacevole sorpresa da gustare sino all'ultima pallina!
Nella nostra versione abbiamo unito il cacao ad una parte dell'impasto, aggiunto un poco di zucchero, una puntina di lievito, un pizzico di sale dolce di Cervia che nei dolci ci sta sempre bene, dato un tocco esotico con la papaia candita e rifinito con gli allegri "diavulilli" ovvero gli zuccherini colorati: il risultato? Cicerchiata buonissima!!!

Ingredienti per 4 persone
  • 100 g del nostro mix per torte (come spiegato qui misceliamo 350 g di farina 00 - 100 g di amido di mais o di frumento - 50 g di fecola di patate e mettiamo in un vaso pronto per i nostri dolci)
  • 1 uovo bio
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva abruzzese
  • 1 cucchiaio di liquore d'anice
  • la buccia grattugiata di mezzo limone di Sorrento (non trattato)
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato 
  • la punta di un cucchiaino di lievito per dolci bio
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 1 pizzico di sale dolce di Cervia
  • 40 g di mandorle già pelate
  • 30 g di frutta candita mista: arancia, cedro e papaia
  • 150 g di miele millefiori della Valtellina
  • diavulilli (zuccherini colorati)
  • olio per friggere
Procedimento:
In una ciotola abbiamo sbattuto l'uovo, unito l'olio, il liquore d'anice, la buccia di limone grattugiata, lo zucchero ed il pizzico di sale. Abbiamo incorporato gradatamente la farina ed il lievito, diviso l'impasto prelevandone un terzo a cui abbiamo aggiunto il cacao. 
Abbiamo ottenuto due impasti morbidi ma lavorabili con i quali 


abbiamo realizzato dei bastoncini sottili che abbiamo tagliato a piccolissimi pezzi (meno di un cm).
Abbiamo formato con attenzione delle piccole palline arrotolandoli nei palmi delle mani




abbiamo portato a temperatura l'olio e vi abbiamo fritto le palline sino a doratura
Le abbiamo ben scolate ed asciugate dall'olio.
Abbiamo tagliato a filetti le mandorle a piccoli pezzi i canditi e sciolto il miele in una pentola capiente.
Tolta la pentola dal fuoco abbiamo tuffato nel miele le palline fritte, i canditi le mandorle, i confettini colorati mescolando rapidamente e con accuratezza.


Abbiamo formato una ciambella aiutandoci con un bicchiere che abbiamo tolto a completo raffreddamento del miele e ... la merenda è pronta
ottimi,
buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per averci ospitato nella sua cucina ed averci insegnato una squisita ricetta regionale.
Un grazie ad Anna ed Ornella per il loro lavoro.
Il prossimo appuntamento è per il 12/03/2017 alle ore 9,00 per gustare insieme il Gulasch di manzo (Rindsgulasch)
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui! 

domenica 5 febbraio 2017

Panini dolci pera e cioccolato con l'impasto base n. 4 della Cuochina

Dietro ogni ricetta di solito si cela una storia; quella di questi ottimi panini pera e cioccolato è semplice: nella nostra piccola ed accogliente cucina, in dispensa, facevano bella mostra un barattolo di una buonissima crema alla nocciola e cacao (non quella famosa) che era stato donato al Braccio Destro per Natale, e delle ottime pere sciroppate sottovaso. Senza indugio, siamo andati dalla Cuochina ed abbiamo "rovistato" nella sua cucina, con ordine e discrezione, trovando questo impasto favoloso: l'impasto base n.4; abbiamo aumentato le dosi di 1/4 e farcito con pera e cioccolato. 
Il risultato? Una vera delizia!

Ingredienti per 10 panini da 57 g
  • 250 g di farina di forza
  • 100 g di licoluva rinfrescato 3 volte
  • 100 g di purea di pere sciroppate ben sgocciolate
  •   32 g di zucchero semolato extrafine
  •   20 g di burro morbido
  •     5 g di sale
  • 112 g di latte di soia non zuccherato (seguendo il consiglio della Cuochina abbiamo regolato la dose di latte in base alla purea di pere)
  • per il ripieno: 80 -100 g di pere sciroppate ben sgocciolate e tagliate a cubetti e crema di nocciole e cacao
  • un poco di latte di soia per spennellare i panini 
  • cucchiaio di acqua e 1 cucchiaino di miele d'acacia per lucidare
Procedimento: 
Nella pausa pranzo del venerdì abbiamo sciolto nella planetaria licoluva con 2/3 di latte di soia, la purea di pere, lo zucchero e la farina setacciata ed abbiamo impastato per 15 minuti aggiungendo gradatamente il rimanente latte di soia. Abbiamo unito il burro a pezzetti ammorbidito a temperatura ambiente, il sale ed impastato per altri 15-20 minuti.

Formato una palla l'abbiamo messa in una ciotola unta di burro e lasciata lievitare coperta sino alle 23 quando l'abbiamo messa in frigorifero sino al mattino dopo.



Alle 6 abbiamo tolto l'impasto dal frigo, alle 7 abbiamo diviso l'impasto in palline che abbiamo steso con le mani, messo un cucchiaino di crema e una manciata di cubetti di pera sciroppata
abbiamo formato i panini, messi sulla teglia ricoperti da carta forno e lasciato lievitare sino al raddoppio (dalle 8 alle 11,30), li abbiano spennellati con il latte di soia ed infornato nel forno già caldo a 200° (con una ciotola d'acqua all'interno per creare del vapore che abbiamo poi tolto) e cotto per 20 minuti
 sfornati, lucidati con acqua e miele intiepiditi e ....che bontà.
Squisiti, buon appetito!
Li riponiamo nella madia dei lievitati della Cuochina  
che ringraziamo per l'ottimo impasto!