domenica 14 gennaio 2018

Quanti modi di fare e rifare gli Gnocchi alla romana

Il primo appuntamento del 2018 a casa della Cuochina è con il nuovo menù dedicato ai Primi della Cucina Italiana. 
Questo mese abbiamo preparato un primo piatto classico ed irrinunciabile: gli gnocchi alla romana.
E' una ricetta semplice e squisita alla quale abbiamo apportato pochissime modifiche: dei 50 g di parmigiano ne abbiamo messi due cucchiai nell'impasto anziché uno ed il rimanente l'abbiamo spolverato per condimento sugli gnocchi unito a qualche fiocchetto di burro, che abbiamo diminuito nella quantità totale, e ad un poco di pecorino semistagionato.
Memori del rotolo di gnocchi usato da mamma-nonna Luigia per evitare ritagli ed ottimizzare i tempi, abbiamo formato anche noi dei rotoli di gnocchi: abbiamo preparato l'impasto di semolino la sera prima e, con queste dosi, abbiamo composto due rotoli che abbiamo avvolto separatamente prima con carta forno, lasciato raffreddare, ed incartato poi con alluminio e riposto in frigorifero; il giorno dopo abbiamo affettato gli gnocchi, li abbiamo conditi e terminata la cottura in forno sino ad avere una leggera crosticina; leggera perché, come spiega il Braccio Destro, vogliamo evitare che si sviluppino sostanze dannose alla salute (benzopirene) che si annidano nella "bruciacchiatura".
Grazie ai Quanti modi di fare e rifare abbiamo fatto con gioia una ricetta che da tempo non gustavamo, e certamente sarà rifatta spesso!

Ingredienti per 50 gnocchi
  • 250 g di semolino
  • 100 g di burro (30 g nell'impasto e 70 g per condimento)
  •   50 g di parmigiano
  •   30g di pecorino semistagionato
  • 1 litro di latte parzialmente scremato
  •     5 g di sale
  • 2 tuorli d'uovo bio
Procedimento:
Abbiamo portato ad ebollizione il latte con 30 g di burro ed il sale, versato a pioggia il semolino e mescolato con una frusta. Abbiamo cotto per 10 minuti rimestando con il cucchiaio di legno, tolto dal fuoco, aggiunto 2 cucchiai di parmigiano, i tuorli e mescolato velocemente per amalgamare il tutto.
Abbiamo rovesciato l'impasto in su due fogli di carta forno e formato due rotoli, li abbiamo avvolti nella carta forno, incartati con alluminio e messi in frigorifero sino al giorno successivo quando li abbiamo tagliati a fettine con un coltello bagnato. 
Abbiamo unto due pirofile con un poco di burro, disposto gli gnocchi sovrapponendoli e condito con fiocchetti di burro, il parmigiano rimanente ed il pecorino.
Abbiamo cotto in forno statico a 200° per 20 minuti e terminato la cottura a 180° grill ventilato per 5 minuti.
Sfornato e pronto in tavola.



Deliziosi, buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per il suo lavoro, per averci ospitati nella sua cucina ed averci insegnato uno squisito primo piatto della Cucina Italiana.
Il prossimo appuntamento è per l'11/02/2018 alle 9,00 per preparare insieme Lagane e ceci.
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui!

6 commenti:

  1. Buona domenica cari Maria Vittoria e Braccio D.!
    Siamo a gennaio e questo significa che, con questa ricetta, iniziamo il meraviglioso menù della Cuochina per il 2018! Un menù con tanti primi della cucina italiana, ricco di bellissime ricette, da realizzare tutti insieme, in allegra compagnia. Cuochina, Anna e Ornella vi ringraziano per essere stati dei nostri oggi e per la vostra golosissima versione degli Gnocchi alla romana.

    Il prossimo appuntamento con la cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà l'11 febbraio, saremo in Basilicata per preparare Lagane e ceci. Vi aspettiamo!

    P.S. Avete visto i due pdf delle ricette 2017 pronti da sfogliare e scaricare?

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Che belli!Sono perfetti!
    Alle volte capita anche a me di preparali in anticipo, i salsicciotti di impasto, e lasciarli riposare in frigo sino il giorno successivo, proprio per evitare i ritagli ed ottimizzare i tempi!

    RispondiElimina
  3. Bell'idea cara Vittoria arrotolare l'impasto in carta da orno e lasciarli in frigo a riposare. sono sicura che l'impasto si amalgami meglio. Buona settimana.

    RispondiElimina
  4. ciao Maria Vittoria e B.D.
    ma come ci è piaciuta l'idea del rotolo e la preparazione il giorno prima!!
    Staremo attente a non gratinare troppo...grazie B.D.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  5. ottima l'idea di farli raffreddare avvolti a cilindro, vengono tutti perfetti! Bacioni e grazie per gli auguri, alla prossima :)

    RispondiElimina
  6. bellissima l'idea del rotolo! ideale per evitare i ritagli... mi sa che vi copierò spudoratamente! un bacione!

    RispondiElimina