domenica 10 marzo 2019

Quanti modi di fare e rifare (Ebi katsu) Cotolette di gamberi

L'appuntamento di questo mese a casa della Cuochina con le Ricette dal mondo è in Giappone per preparare insieme le cotolette di gamberi - Ebi katsu (alla quale vi rimandiamo per l ricetta originale).
Questo piatto è stata una piacevole sorpresa: è buonissimo!
Non abbiamo fatto modifiche poiché abbiamo trovato tutti gli ingredienti necessari e non abbiamo avuto problemi nel formare le cotolette con l'impasto morbido ma lavorabile; la ricetta è perfetta: davvero irresistibile la croccantezza dell'involucro unita alla morbidezza del tofu e gamberi dal sapore piacevolmente delicato, un boccone tira l'altro, da fare e rifare!

Ingredienti per 8 cotolette:
  • 300 g di gamberi sgusciati
  • 200 g di tofu seta
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 2 cucchiai di maionese
  • 4 cucchiai di pane grattugiato (noi fatto in casa con pane bianco e integrale multicereale)
  • sale 
  • pepe nero
  • 2 uova bio
  • 2 cucchiai di farina
  • pangrattato per panatura (sempre il nostro fatto in casa)
  • olio di mais per friggere
  • insalata cicorino di accompagnamento 
Procedimento:
Abbiamo messo a sgocciolare il tofu in un colino, abbiamo fatto bollire i gamberi per 2 minuti e li abbiamo fatti sgocciolare.

Li abbiamo sgusciati e tolto il filamento nero. Metà li abbiamo tritati e l'altra metà li abbiamo tagliati a pezzettini.
Usando i fori grandi della grattugia abbiamo grattugiato la cipolla e l'abbiamo strizzata bene


In una ciotola abbiamo sbriciolato il tofu sgocciolato e vi abbiamo aggiunto la cipolla, i gamberi, la fecola, il pangrattato, la maionese, sale e pepe.


Abbiamo mescolato bene impastando con le mani e diviso in otto parti a forma di polpetta.
In una ciotola abbiamo messo le uova, la farina ed abbiamo amalgamato bene.

Abbiamo appiattito le polpette per dare la forma di cotoletta e le abbiamo passate prima nel pangrattato, poi nell'uovo e farina ed infine ancora nel pangrattato.

Le abbiamo fritte in abbondante olio a fuoco dolce (180°) fino a doratura, per noi un poco più scura data la presenza del pane nero nella panatura,







le abbiamo fatte sgocciolare su carta assorbente e servite con il cicorino, pronto in tavola!



ottime, 

buon appetito!
Ringraziamo la Cuochina per il suo lavoro, per averci ospitato nella sua cucina ed averci insegnato uno squisito piatto della cucina giapponese.
Il prossimo appuntamento è in Norvegia il 14/04/2019 alle ore 9,00 per preparare insieme (Stekt laks med kokosris) Salmone in padella con riso al cocco. 
Un grazie a tutte le Cuochine che passeranno di qui!